Marchesani: "La spiaggia per disabili si farà davanti al Monumento alla Bagnante" - "Passerella pronta entro il 10 giugno"
CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 18/05

Marchesani: "La spiaggia per disabili si farà davanti al Monumento alla Bagnante"

"Passerella pronta entro il 10 giugno"

Lina MarchesaniLa spiaggia per disabili sarà di fronte al Monumento alla Bagnante. "Una passerella già esiste. La allungheremo, con una pavimentazione in legno, fino alla riva per consentire anche l'ingresso in acqua", annuncia Lina Marchesani, assessora alle Politiche sociali del Comune di Vasto, che ieri ha risposto in Consiglio comunale all'interrogazione di Francesco Prospero, consigliere comunale della Lega. 

La spiaggia per disabili sarà pronta entro "la prima decade di giugno, compatibilmente con le condizioni meteo", ha detto Marchesani in aula. "Il progetto è stato inserito nel Piano distrettuale di ambito sociale recentemente approvato all'unanimità da questo Consiglio comunale. L'amministrazione, nel lavoro di programmazione, ha in primo luogo individuato la porzione di spiaggia che il vigente Piano demaniale marittimo comunale prevede allo scopo. E' il tratto di spiaggia libera ricompreso tra il lido La Luccioletta e il Monumento alla Bagnante. Un'area che è stata individuata anche in ragione della presenza di bagni adeguati per disabili di entrambi i sessi e per la presenza di parcheggi a loro riservati, che aumenteranno. Le risorse economiche previste ammontano all'importo massimo di 30mila euro, ovvero la cifra prevista dal Piano distrettuale sociale 2016-2018. Sono allo studio forme di sponsorizzazione finalizzate all'incremento e al potenziamento dell'iniziativa. 

Gli uffici competenti stanno, in queste ore, predisponendo tutti gli atti occorrenti all'affidamento del servizio di gestione della struttura. Ovviamente posso già sottolineare che si tratterà di un soggetto del Terzo settore attivo nell'ambito dei servizi alla persona, trattandosi di interventi rivolti a una fascia disagiata di utenti. Ci tengo - conclude Lina Marchesani - a sottolineare il principio che ha orientato la nostra azione. Non abbiamo voluto realizzare una spiaggia dove relegare le persone affette da disabilità, ma, al contrario, programmare un'attività che ha l'obiettivo di favorire la loro presenza in spiaggia, in un contesto di assoluta integrazione. Per questo sono in fase di definizione occasioni di svago ed integrazione per tutti i fruitori del progetto". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi