Controllo sugli aumenti tariffari Pulchra, sì unanime in Consiglio - Accolta la proposta del Movimento 5 Stelle
 
Vasto   Politica 18/05

Controllo sugli aumenti tariffari Pulchra, sì unanime in Consiglio

Accolta la proposta del Movimento 5 Stelle

Dina Carinci (M5S)Il Comune di Vasto verificherà la correttezza degli aumenti tariffari della Pulchra spa, la società che gestisce la raccolta differenziata e di cui il Comune stesso ha il 52% delle azioni. L'approvazione unanime della mozione nel Consiglio comunale di ieri viene giudicata positivamente dal Movimento 5 Stelle.

"Premesso - scrive in un comunicato la consigliera comunale Dina Carinci - che Pulchra ha, per anni, comunicato aumenti tariffari non supportati da una valida e idonea documentazione e/o producendo dichiarazioni di costi emesse da fornitori locali, senza mai tenere conto dei dati relativi alle variazione dei costi risultanti da fonti ministeriali, che non ha mai reso noti gli indici di produttività dell’azienda ed ha calcolato gli adeguamenti tariffari con un procedimento che, a nostro avviso, non sembra in linea con la normativa vigente in materia, abbiamo chiesto al sindaco di impegnarsi a verificare la correttezza dei dati comunicati dalla partecipata dal 2010 ad oggi e a calcolare le differenze eventualmente dovute al Comune e, dunque, ai cittadini.

Questa mozione è stata discussa e il M5S ha accolto favorevolmente la proposta della maggioranza di produrre un documento condiviso che è stato votato all’unanimità dei presenti. Nella sostanza, il documento votato non ha modificato l’originaria mozione ed è per questa ragione che mi ritengo molto soddisfatta del risultato ottenuto. Le nostre indagini sull’operato della Pulchra stanno portando dei buoni frutti e, soprattutto, hanno finalmente destato l’attenzione della maggioranza su quest’argomento. Il fatto che il contratto con Pulchra sia in scadenza non inficia gli sforzi che abbiamo fatto e continuiamo a fare per mettere in evidenza ciò che, dal nostro punto di vista, non ha funzionato con la partecipata; inoltre, se le verifiche che saranno effettuate dovessero evidenziare un credito nei confronti di Pulchra, il Comune ne trarrebbe un vantaggio economico. E’ auspicabile che questa amministrazione abbia imparato che occorre tenere gli occhi aperti quando si tratta di questioni che incidono sulle tasche dei cittadini".

Bocciate, invece, dalla maggioranza le mozioni sui trasporti urbani Le zone periferiche della città (Villaggio Siv, San Lorenzo, Incoronata, S. Antonio Abate, Punta Penna, ecc…) non sono coperte dal servizio di autotrasporto urbano nei giorni festivi. Molti cittadini hanno richiesto di avere detto servizio ma, nonostante le promesse, molte delle quali coincidenti con la campagna elettorale delle scorse elezioni amministrative, a tutt’oggi, nei giorni festivi, quelle zone ne sono ancora prive. La discussione sul punto, sebbene la maggioranza abbia sostenuto di voler sperimentare nuovamente il servizio urbano festivo, si è conclusa con il rigetto della mozione da parte della maggioranza stessa.

Nel programma elettorale del sindaco Menna, era presente l’impegno ad introdurre, entro 6 mesi dall’insediamento della
nova amministrazione, un infopoint turistico nel centro di Vasto. Ad oggi, non esiste un infopoint turistico a Vasto città. A parte lo stato di confusione dell’assessore Della Penna, non adeguatamente preparato sulla questione dell’impiego di studenti in Alternanza Scuola/Lavoro, anche questa mozione è stata respinta perché il punto IAT (regionale) presente all’interno di Palazzo D’Avalos diverrà presto un infopoint turistico comunale. Poco importa che la mozione sia stata respinta e che l’Assessore non sappia cosa sia l’Alternanza Scuola/Lavoro: l’importante - conclude Carinci - è che si crei l’infopoint".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi