Ripartiti i lavori in via San Rocco, "Emersa esigenza di interventi aggiuntivi" - Nelle scorse settimane forti critiche da parte dei residenti
CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 17/05

Ripartiti i lavori in via San Rocco, "Emersa esigenza di interventi aggiuntivi"

Nelle scorse settimane forti critiche da parte dei residenti

Sono ripresi nei giorni scorsi i lavori su una delle arterie finiti nelle scorse settimane al centro di numerose polemiche per i ritardi e lo stallo degli interventi: via San Rocco [LEGGI]. Il sindaco Francesco Menna e l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Forte, oggi spiegano che i ritardi sono stati causati dall'esigenza di eseguire interventi aggiuntivi riguardanti i sottoservizi.

“L’infrastruttura stradale è stata interessata – dice Menna – da interventi di ampliamento e sistemazione che hanno inizialmente riguardato il primo tratto lato sud in corrispondenza delle due scuole presenti, ovvero il Liceo Scientifico e l’I.T.I.S.. Successivamente è stato realizzato il primo lotto funzionale di allargamento e sistemazione di Via S. Rocco fino al K2 con la realizzazione della nuova sede stradale e delle reti di sottoservizi. Per quanto riguarda questo secondo intervento si può dire che esso rappresenta il secondo lotto funzionale con il quale l’intervento di ampliamento della sede stradale arriva al comprensorio urbanistico K2”.

I lavori sono in fase di esecuzione da parte dell’impresa Luciano La Torre.
“Il progetto riguarda – aggiunge l’assessore Forte – la realizzazione, per un tratto di lunghezza di circa 320 mt. dell’infrastruttura stradale, dei marciapiedi, delle reti delle acque bianche e nere, del nuovo impianto di pubblica illuminazione e delle opere accessorie. Durante la fase esecutiva dei lavori è emersa la necessità di eseguire lavori aggiuntivi per la soluzione di aspetti tecnici concernenti principalmente l’adeguamento delle reti dei sottoservizi interferenti con i lavori di allargamento della sede stradale. In corso d’opera, inoltre, è emersa l’opportunità di sostituire, per il tratto di strada in questione, le tubazioni della rete principale dell’acquedotto che si presentano in condizioni di vetustà e degrado e per le quali la S.A.S.I. S.p.a, ha offerto la fornitura del materiale occorrente a propria cura e spese, richiedendo a questo ente di provvedere agli scavi ed alla posa in opera del nuovo impianto e, pertanto, delle nuove tubazioni, delle valvole, dei pozzetti di ispezione e derivazione, dei chiusini, al ripristino dei collegamenti e quanto necessario alla regolare funzionalità dell’impianto.

Grazie ad una perizia approvata e firmata nei giorni scorsi – ha proseguito l’assessore – sono stati individuati alcuni interventi prioritari ai fini della sicurezza come il rifacimento dello strato superficiale del manto stradale di Via S. Rocco per una lunghezza di circa ml. 300 all’interno del comprensorio K2, nonché la sistemazione e l’allargamento di una bretella stradale di circa 250 ml. di lunghezza che va a ricollegare Via S. Rocco con la nuova strada di recente realizzazione che collega l’intera zona alla vicina Via del Porto. Si prevede inoltre di eseguire la segnaletica orizzontale in modo da realizzare due corsie di marcia e una fascia laterale di parcheggi in linea, quale ulteriore opera di urbanizzazione primaria e di servizio pubblico. L’esecuzione delle ulteriori lavorazioni non comporta difficoltà esecutive diverse dalle opere principali e non comporta la necessità di ulteriori risorse in quanto le ulteriori lavorazioni vengono finanziate con le economie conseguite nel corso di esecuzione dell’intervento. Infatti l’importo di perizia è contenuto, in quanto inferiore, all’interno della somma stanziata per la realizzazione dell’opera pubblica”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi