"Il posto delle fragole": presentato il libro di Gianfranco Bonacci - Raccontare la storia contemporanea attraverso le esperienze personali
 
Vasto   Cultura 11/05

"Il posto delle fragole": presentato il libro di Gianfranco Bonacci

Raccontare la storia contemporanea attraverso le esperienze personali

Gianfranco Bonacci"Il mio posto delle fragole": è questo il titolo del libro di Gianfranco Bonacci presentato presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso. 

Durante la presentazione, che ha visto protagonista, oltre all’autore, l’editore Peppino Tagliente, è stata proiettata una serie di filmati d’epoca, che hanno mostrato l’Abruzzo dal Fascismo fino al boom economico che sarebbe arrivato dopo la ricostruzione.

Un arco temporale piuttosto ampio, come ampio è l’arco temporale abbracciato dal libro, in cui si svolgono le vicende personali dell’autore, l’infanzia, l’adolescenza, la scuola, i divertimenti giovanili in voga nell’Italia che stava guarendo dalle ferite prodotte dalla guerra.

Un’Italia ottimista, che guardava al futuro con fiducia, capace di rimboccarsi le maniche e di rinascere nel reale senso del termine, e, all’interno di questa, un Abruzzo capace di trasformarsi da regione agricola e pastorale in una realtà moderna, caratterizzata da porti, centrali elettriche e impianti manifatturieri, come hanno ben mostrato i filmati proiettati.

In questo contesto, a fare da cornice alle vicende personali dell’autore, un vero e proprio carosello di aneddoti, situazioni e personaggi, capace di offrirci uno spaccato della Vasto di altri tempi, la Vasto del bottegaio, dell’artigiano e del sarto, la Vasto dell’emigrazione, ma anche la Vasto dove stavano facendo capolino il turismo e l’industria, la Vasto del ricostruito faro e del nuovo porto di Punta Penna, la città che si stava trasformando in una realtà moderna.

"Il mio posto delle fragole", quindi, si pone al lettore come una testimonianza della storia della nostra città, utile a chi c’era per ricordare e a chi non c’era per conoscere e capire. Utile, decisamente utile, anche a riscoprire un periodo storico in cui Vasto, l’Abruzzo e l’Italia stavano cominciando ad andare davvero forte.                            

Marco Sfarra
Guarda il video Guarda le foto

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi