Al Festival di Cultura, Filosofia e Politica arriva la scrittrice Patrizia Tocci - Questa sera l’appuntamento alle 18 alla Società Operaia
 
Vasto   Cultura 14/04

Al Festival di Cultura, Filosofia e Politica arriva la scrittrice Patrizia Tocci

Questa sera l’appuntamento alle 18 alla Società Operaia

Questa sera alle 18, presso la Società operaia di Mutuo soccorso, torna il Festival di Cultura, Filosofia e Politica. Davide D’Alessandro incontra la scrittrice Patrizia Tocci, autrice del romanzo “Nero è il cuore del papavero”, edito da Tabula Fati, giunto alla seconda edizione. “Nero è il cuore del papavero” è un libro che insegue le tracce della memoria, attraverso la figura di un padre che non c’è più, ma di cui restano i gesti, le parole, le abitudini. È la fine di un mondo contadino che s’intreccia ai profumi, agli odori, rumori, colori scomparsi dalla realtà ma non dalla memoria. Attraverso questo dialogo dell’autrice con l’ombra del padre, riemerge una civiltà che sta scomparendo ma che ha formato le nostre categorie mentali. L’infanzia del padre e quella della figlia si confondono, si chiamano e si assomigliano, nel ritrovare radici universali e profonde.

Pagine da cui fuoriesce la neve, matura il grano, profuma e si sente crescere l’erba: con sentimenti duri come il mallo di una noce e limpidi come l’acqua delle sorgenti montane, in un continuo passaggio tra presente e passato, in un legame tenuto in piedi dagli alberi, dalle primule che rinascono testarde, dai papaveri che continuano a splendere per una notte sola. Sostanzialmente un viaggio nelle dimensioni interiori del tempo, in cui il presente ritrova nel passato il filo conduttore dell’esistenza e lo utilizza per fare spazio al futuro.

Patrizia Tocci è nata nel 1959, a Verrecchie (AQ). Laureata in Filosofia all’Università La Sapienza di Roma, ha vissuto all’Aquila fino al 2015. Ora vive e lavora a Pescara, dove insegna materie letterarie negli istituti secondari superiori. Studiosa di Eugenio Montale, di Laudomia Bonanni e più in generale del Novecento, i suoi articoli e saggi sono stati pubblicati su numerosi periodici e riviste specializzate tra cui “Il caffè Michelangiolo”, “Leggere Donna”, “Oggi e domani”, “Abruzzo letterario”, “Rivista Abruzzese”. Ha esordito con una raccolta di prose e poesie, Un paese ci vuole (Japadre, L’Aquila 1990) con l’introduzione di Ottaviano Giannangeli; poi, una silloge poetica, Pietra serena (Tabula fati, Chieti 2000) con l’introduzione di Anna Ventura; ha pubblicato inoltre La città che voleva volare (Tabula fati, Chieti 2010) con l’introduzione di Angelo Fabrizi: un libro di racconti interamente dedicato alla città dell’Aquila. Ha curato e pubblicato I Gigli della memoria: narrazione collettiva(Tabula fati, Chieti 2012) con postfazione di Paolo Rumiz, testimonianza sulla notte del terremoto che ha colpito L’Aquila e i paesi limitrofi nel 2009.

Ha recentemente pubblicato Nero è il cuore del papavero (Tabula fati, Chieti 2017) con la presentazione di Paolo Rumiz ed è dedicato alla figura del padre scomparso, attraverso il quale rivive la cultura contadina, l’infanzia e la memoria. Con questo romanzo ha vinto il Premio nazionale per la narrativa “Vittoriano Esposito" Città di Celano 2017 “come migliore narratrice abruzzese” ed è stata tra i finalisti al Premio dell’Editoria Abruzzese 2017. Nero è il cuore del papavero è stato ben accolto dal pubblico e dalla critica ed è già alla seconda edizione. Molti suoi racconti presenti in varie antologie: in Antologia dell’Abruzzo e del MoliseUTRaccontami l’Abruzzo (Tabula Fati, Chieti 2017), Quando i sogni muoiono all’alba (Tabula fati, Chieti 2018). Ha ottenuto consensi in numerosi concorsi di poesia come il Tagliacozzo, il Libero de Libero e il Marianna Florenzi. Ha curato per l’emittente TV Uno la rubrica Password, interamente dedicata ai libri. Collabora con il quotidiano abruzzese regionale “Il Centro”, con due rubriche settimanali Carboncino e In terra d’Abruzzi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi