La Lega mette le radici a Vasto: al convegno delle donne di centrodestra molti aspiranti leghisti - Le grandi manovre
 
Vasto   Politica 26/03

La Lega mette le radici a Vasto: al convegno delle donne di centrodestra molti aspiranti leghisti

Le grandi manovre

Non passa certo inosservata la presenza del neo deputato leghista abruzzese Giuseppe Bellachioma al convegno sulle "Politiche al femminile", organizzato a Vasto da Davide D'Alessandro nell'ambito del suo Festival di cultura, filosofia e politica. La Lega, dopo il 13,8% conquistato a livello regionale alle elezioni del 4 marzo, vuole mettere le radici in tutto il territorio abruzzese.

Il dibattito, moderato dal patron della manifestazione, è tra Sabrina Bocchino (Lega), Alessandra Cappa (Unione per Vasto-Tagliente), Incoronata Ronzitti (Noi con l'Italia) e Carla Zinni (Fratelli d'Italia). Tutte donne di centrodestra, in rappresentanza di varie anime della coalizione. Assente Tiziana Magnacca (Forza Italia) perché fuori città.

Ma ciò che balza agli occhi, nella sala conferenze della Società operaia di mutuo soccorso, è soprattutto la presenza di leghisti, o aspiranti tali, o potenziali interessati a salire sul Carroccio. Chi ha già ufficialmente aderito alla Lega è Sabrina Bocchino, già consigliera comunale a Vasto negli anni Novanta e da sempre militante di destra. 

In prima fila, accanto a Bellachioma, Giuseppe Tagliente: l'ex presidente del Consiglio regionale, ex sindaco di Vasto e attuale leader della lista civica Unione per Vasto, a settembre era andato a Pontida per partecipare, bandiera in pugno, al tradizionale raduno leghista. E, del resto, era stata la stessa Alessandra Cappa a confermare a Zonalocale nei giorni scorsi che "è in corso una riflessione collettiva", all'interno del movimento civico di cui è consigliera comunale, sull'ipotesi di adesione al partito di Salvini.

In sala si nota la chiacchierata tra Nicola Campitelli, segretario provinciale della Lega, e Francesco Prospero, consigliere comunale di Progetto per Vasto che pure la scorsa settimana non aveva nascosto di guardare alla Lega: "L'interesse c'è. Apprezzo il lavoro svolto a livello nazionale da Salvini e, a livello regionale, da Bellachioma". 

D'Alessandro, che nei giorni scorsi non aveva voluto commentare le indiscrezioni su un suo riavvicinamento al Carroccio, dice che "sono molto grato all'onorevole Bellachioma, che ha voluto farci una graditissima sorpresa. In quella sala, tre anni fa, era venuto a costituire il primo comitato cittadino di Noi con Salvini. Debbo dire che ha guidato il partito con arguzia e capacità, meritando candidatura ed elezione. Tutto l'Abruzzo, non solo Vasto, ha bisogno di coniugare un nuovo pensiero politico. Abbiamo bisogno di idee, progetti e visioni. Insieme, senza invidie e divisioni, il centrodestra, con la forza espansiva che ha dimostrato la Lega nel centrosud (ne ho scritto anche sul Foglio), potrà restituire la Regione e le sue importanti città agli abruzzesi".

E, riguardo al dibattito sul tema "Politiche al femminile. La (in)differenza di genere", D'Alessandro commenta: "Sono molto grato alle quattro donne che, con i loro puntuali interventi, hanno saputo cogliere e interpretare lo spirito dell'iniziativa". 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi