Tari a San Salvo: "Per le aziende è +20%, cosa direte alla Pilkington?" - Le opposizioni attaccano il Comune: "Poca attenzione alla zona industriale"
 
San Salvo   Politica 14/03

Tari a San Salvo: "Per le aziende è +20%, cosa direte alla Pilkington?"

Le opposizioni attaccano il Comune: "Poca attenzione alla zona industriale"

Il consiglio comunale di ieriLa situazione non semplice della Pilkington di San Salvo diventa terreno di scontro politico. Nel consiglio comunale di ieri, l'assessore Tonino Marcello ha annunciato l'aumento della Tari "di circa il 13%". Circostanza questa che si ripercuoterà anche sulle aziende che avranno un rincaro maggiore rispetto alle utenze domestiche.

"I rincari saranno del 10% per le utenze domestiche e del 20% per le attività produttive – ha infatti detto il capogruppo del Partito Democratico, Antonio Boschetti – Qualche giorno fa, un sindacalista chiedeva attenzione della politica per la Pilkington [LEGGI], non so cosa direte a quell'azienda, alla Denso e alle altre che aspettvano da questo comune un'attenzione particolare per gli interessi dei sansalvesi che lì lavorano".
Il consigliere, poi, si addendra nei motivi del rincaro: "Ho visto la nota del Civeta e i suoi aumenti sono irrisori rispetto a quelli che avete applicato alla tariffa. La lotta all'evasione non è stata incisiva. In realtà il rincaro è da addebitarsi alle 400mila euro in più previste per il privato che si aggiudicherà la fara d'appalto pubblica per la raccolta dei rifiuti e lo spazzamento (da 2.900.000 euro a 3.300.000 euro)".
Di "ripercussioni di non poco conto per l’azienda che graveranno sui propri bilanci spese" ha parlato poi, in un comunicato stampa, il Pd sansalvese.

A Boschetti durante l'assise civica ha fatto eco anche il consigliere di Più San Salvo, Fabio Travaglini: "Devo associarmi al collega, c'è stata una scarsa attenzione al mondo industriale. Dall'ente comunale sarebbe dovuto arrivare un altro segnale. La maggior parte del gettito per questo Comune arriva dalla zona industriale che è la prima o la seconda d'Abruzzo e che contribuisce in modo determinante al Pil regionale. L'assessore Marcello si contraddice quando cita la copertura parziale della Tari dell'anno scorso grazie al recupero dell'evasione. Abbiamo presentato un'interpellanza al sindaco e all'assessore chiedendo le ragioni per cui il Comune non ha aderito alla possibiltà data dal Parlamento col collegato fiscale alla legge di Bilancio di accedere a una nuova rottamazione delle cartelle esattoriali e torneremo sull'argomento".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi