Il Comune di San Salvo chiede il riconoscimento della calamità naturale per i danni alle colture - L’ondata di gelo ha distrutto numerosi raccolti
 

Il Comune di San Salvo chiede il riconoscimento della calamità naturale per i danni alle colture

L’ondata di gelo ha distrutto numerosi raccolti

Un pescheto di San Salvo“Questa mattina ho provveduto a far deliberare dalla Giunta comunale la richiesta di stato d’emergenza e di calamità naturale per il settore agricolo per le nevicate dei giorni scorsi che hanno interessato il Comune di San Salvo”. Lo ha dichiarato il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca annunciando il provvedimento dell’esecutivo in considerazione dei danni provocati alle colture, agli ortaggi e agli alberi da frutta a causa del gelo [LEGGI].

“Gli agricoltori hanno subìto da questa ultima nevicata e in particolare per le temperature andate sotto lo zero danni notevoli – ha aggiunto il sindaco – in un territorio la cui produzione ortofrutticola di qualità contribuisce a determinare il reddito per centinaia di famiglie. Ho raccolto le loro richieste giunte attraverso la sede di San Salvo Confederazione agricoltori italiani (Cia) e il presidente della Cooperativa Eurotofrutticola Nicolino Torricella”.   

L’atto deliberativo tiene conto anche delle comunicazioni emesse di allerta meteo del Centro Funzionale d’Abruzzo che ha comportato l’attivazione del Centro operativo comunale (Coc) e sarà inviato per la richiesta di adeguate risorse finanziarie alla Presidenza del Consigli dei ministri, al Dipartimento della Protezione Civile nazionale, al Presidente della Regione Abruzzo, al presidente della Provincia e al Prefetto di Chieti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Eventi su Vasteggiando

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi