Calo di produzione e attesa per gli investimenti: la Robotec di Gissi preoccupa la Fiom - Il sindacato attende risposte sul premio di produzione, "troppi cambi di direttore"
 
Gissi   Attualità 01/03

Calo di produzione e attesa per gli investimenti: la Robotec di Gissi preoccupa la Fiom

Il sindacato attende risposte sul premio di produzione, "troppi cambi di direttore"

La Robotec di GissiInvestimenti per 5 milioni di euro annunciati, ma ancora fermi così come il rinnovo del premio risultato; calo della produzione ed ennesimo cambio di direttore aziendale. Sono gli elementi che non fanno dormire sonni tranquilli alla Fiom-Cgil sulla Robotec di Gissi.

L'ACCORDO DI SETTEMBRE - L'azienda occupa circa 120 persone nella zona industriale di Gissi, dove produce stampati per il gruppo Fca. Nell'ultimo incontro del sindacato sono emerse le ragioni della preoccupazione. Nell'accordo sottoscritto il 25 settembre 2017 era prevista l'installazione di quattro nuove presse: dopo 5 mesi, ne è stata messa in funzione solo una, un'altra è in attesa di installazione e delle restanti due "non v'è ne ancora traccia".
Nello stesso documento firmato a settembre si parlava della rinegoziazione del premio di risultato: le richieste di incontro dei sindacati, finora non hanno avuto risposta.

CALO PRODUTTIVO - Nello stabilimento gissano – che alcuni anni fa usufruì anche dei contratti di solidarietà per tutelare i livelli occupazionali – si è registrato un "sensibile e inatteso calo delle produzioni riscontrabili anche da un non condivisibile utilizzo del personale, specie quello interinale".

Da non molto tempo, è cambiato il direttore aziendale, "Ogni direttore – conclude la Fiom-Cgil – ha un suo modo di agire, cerca di modellare lo stabilimento su sue precise e legittime aspettative e convinzioni. Ma la domanda che poniamo è la seguente: dal punto di vista industriale, per un'azienda che propone discorsi e scenari evolutivi, di espansione del suo mercato d'azione, è normale cambiare quattro direttori nel giro di poco più di due anni? La Fiom e la segreteria aziendale pretendono chiarezza e coinvolgimento nei processi organizzativi dello stabilimento. La stessa chiarezza è dovuta ai lavoratori che, in un passato non molto lontano, hanno concordato con il sindacato la possibilità di sottoscrivere importanti accordi e deroghe, che, si sperava, permettessero finalmente di portare la Robotec di Gissi fuori dalla crisi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi