"Piano aree degradate", i sindaci Racciatti e Marcovecchio a Bologna per la firma della convenzione - Presente la sottosegretaria Maria Elena Boschi
 
Guilmi   Attualità 26/02

"Piano aree degradate", i sindaci Racciatti e Marcovecchio a Bologna per la firma della convenzione

Presente la sottosegretaria Maria Elena Boschi

Alcuni dei sindaci abruzzesi presentiTrasferta bolognese per i sindaci di Guilmi e Tufillo, Carlo Racciatti ed Ernano Marcovecchio, per apporre la firma sulla convenzione del "Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate". Ai due Comuni dell'Alto Vastes sono stati assegnati rispettivamente 1.050.000 euro e 2.000.000 di euro per la riqualificazione e l'avvio di progetti sociali per evitare la nascita di fenomeni di devianza [LEGGI].
Soddisfazione per Racciatti e Marcovecchio che potranno contare su fondi importanti. I progetti di partecipazione al bando sono stati presentati nel 2015 e sono rientrati in extremis nell'ultima copertura finanziaria che ha allungato la graduatoria di quelli che riceveranno le risorse necessarie. 

La convenzione è stata firmata nell'aula consigliare del Comune di Bologna alla presenza della sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi. "È l’ultimo pezzo di un percorso iniziato già nel 2014 con il governo Renzi – ha detto la Boschi all'agenzia Askanews – e ora portato a termine col governo Gentiloni. Complessivamente si parla di 270 milioni per oltre 170 Comuni di tutta Italia, dalle grandi città come Bologna fino ai comuni da 70/80 abitanti che sono riusciti a presentare progetti importanti per la riqualificazione dei loro centri urbani, progetti culturali, sociali, di integrazione, per gli anziani. Questo bando ha evidenziato grande capacità dei Comuni italiani di avanzare proposte efficaci".

Guilmi e Tufillo sono gli unici due comuni del Vastese a essere ammessi al finanziamento. Essendo tra gli ultimi in graduatoria, il trasferimento delle risorse avverrà dopo il 2020. 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi