Per la Vastese è buio pesto: all’Aragona passa anche la Vis Pesaro - Biancorossi sconfitti 2-0. Settima sconfitta del 2018
 
Vasto   Sport 25/02

Per la Vastese è buio pesto: all’Aragona passa anche la Vis Pesaro

Biancorossi sconfitti 2-0. Settima sconfitta del 2018

La Vastese non si rialza e rimedia un’altra sconfitta, la settima del 2018 su otto partite giocate, nella sfida con la Vis Pesaro. Per la squadra di mister Colavitto è un girone di ritorno davvero nero e, anche oggi, non sono bastate le fiammate di Fiore e Stivaletta per portare a casa almeno un punticino. La formazione biancorossa, strepitosa nel girone d’andata, ha subito un’involuzione di ampie proporzioni. I playoff, a lungo accarezzati fino a un paio di mesi fa, si allontanano domenica dopo domenica e, solo una netta inversione di tendenza, potrebbe far recuperare alla formazione del presidente Bolami quanto dilapidato da gennaio ad oggi. Mancano i risultati e sembra mancare anche la grinta in campo ad una squadra che, dopo essere andata sotto, si scioglie come neve al sole. E, in queste condizioni, anche la sfida di domenica prossima in casa dei Nerostellati fanalino di coda, diventa una montagna da scalare per i biancorossi.  

La partita. La  Vastese prova a partire portando pressione nella metà campo della Vis Pesaro per indirizzare subito al meglio la sua partita. Gli ospiti, però, oggi schierati con un insolito 4-3-3, fanno buona guardia dalle parti di Marfella riuscendo a controllare sui lanci lunghi che partono dalla metà campo vastese. Ma le buone intenzioni della squadra di Colavitto durano pochi minuti perché la Vis Pesaro inizia ad essere padrona del campo e, all’11’, sfiora il gol del vantaggio con Bortoletti che, di testa, manda di poco alto sulla traversa.  E i marchigiani passano al quarto d’ora su Baldazzi che raccoglie una palla non trattenuta da Camerlengo dopo un calcio di punizione dalla sinistra e deposita in rete. Proteste dei biancorossi di casa per un presunto fallo sul portiere  in uscita ma l’arbitro Di Graci non ha dubbi e convalida la rete.

Al 21’ brividi per la Vastese quando Camerlengo cincischia con il pallone tra i piedi nell’area piccola e Olcese solo per poco non riesce a beffarlo depositando in rete. Al 27’ ci prova Stivaletta a suonare la carica con un tiro da fuori area che viene parato con difficoltà da Marfella. Sugli sviluppi dell’azione c’è un batti e ribatti in area, il tiro di Fiore respinto da un difensore e poi l’ultima conclusione di Di Pietro che esce di un soffio. Al 35’ arriva il raddoppio della Vis Pesaro. Su un calcio di punizione ospite la retroguardia vastese si fa trovare nuovamente impreparata, Camerlengo non riesce ad acciuffare la sfera che viene colpita da Olcese con una traiettoria a campanile che finisce in rete nonostante il disperato tentativo di salvataggio di De Chiara. Al 39’ci prova Fiore su calcio di punizione ma la sua traiettoria è centrale e viene deviata sopra la traversa dal portiere della Vis. Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo con le due squadre che vanno negli spogliatoi sul 2-0 per la Vis Pesaro.

Si torna in campo e la Vastese va alla ricerca di un gol che potrebbe riaprire la partita ma non riesce ad essere incisiva e lascia spazi alle ripartenze degli avversari. Con le squadre lunghe a trarne vantaggio è la Vis Pesaro che non corre nessun pericolo nei primi venti minuti. Anzi, sono proprio i marchigiani ad andare vicini al gol con Olcese che, al 19’, impegna Camerlengo con un tiro da dentro l’area. Al 25’ il portiere biancorosso non si fa sorprendere da Olcese che lavora un buon pallone fuori area e poi lascia partire una velenosa conclusione deviata in corner. Ci prova Fiore, direttamente su calcio di punizione da 35 metri, ma la sua conclusione è centrale e finisce direttamente tra le braccia di un attento Marfella. L’unico sussulto per la Vastese porta la firma di Lucciarini che, al 36’, impegna  il portiere marchigiano con una conclusione da fuori area. Se la Vastese non riesce ad essere pericolosa per la porta della Vis ci pensa Cacioli, con uno svarione in area, a mettere i brividi al suo estremo difensore.  Non ci sono più emozioni, all’Aragona passa la Vis Pesaro per 2-0 e per la Vastese è buio pesto.

Vastese – Vis Pesaro 0-2
(15’ Baldazzi; 35’ Olcese)
Vastese: Camerlengo, Cane, De Chiara, DI Pietro (27’s Lucciarini), Amelio, Iarocci, Stivaletta, Pizzutelli, Leonetti, Fiore, Bittaye (19’ st Cherillo). Panchina: Alonzi, Iodice, La Barba, Casciani, Carice, Alberico, Tedesco. Allenatore: Colavitto
Vis Pesaro: Marfella, Rossoni, Cacioli, Paoli, Bellini, Olcese, Ridolfi (32’ st , Buonocunto), Lignani (40’st Calzola), Boccioletti (47'st  Rossi), Bortoletti (13’st Cruz), Baldazzi (44’st Ficola). Panchina: Cappuccini, Dragonetti, Donati,  Vitali. Allenatore: Riolfo
Arbitro: Di Graci di Como (Fine di Battipaglia e Palmigiano di Ostia Lido).
Ammoniti: Iarocci, Bittaye, Stivaletta, Ridolfi, Bellini, De Chiara, Lignani, Rossi.

 

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi