"La vittima è stata colpita con 2 coltellate. Ha identificato l’aggressore" - Parla l’avvocato del 27enne nigeriano: "Polmone perforato"
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cronaca 03/02

"La vittima è stata colpita con 2 coltellate. Ha identificato l’aggressore"

Parla l’avvocato del 27enne nigeriano: "Polmone perforato"

Vasto: il luogo in cui è avvenuta l'aggressione"Sono in corso le operazioni di identificazione", dice il maggiore Amedeo Consales, comandante dei carabinieri di Vasto. In base a quanto riferito dalla vittima e da un testimone, sarebbe stato un connazionale a tirare due coltellate a F.O., il nigeriano di 27 anni aggredito ieri davanti al supermercato di via Tito Livio. Il sospettato è un trentenne ospitato in un Centro d'accoglienza di Termoli.

La vittima è difesa dall'avvocato Paolo Del Viscio: "Il mio assistito - dice il legale - riferisce di aver incontrato per la prima volta l'aggressore davanti a un bar di corso Mazzini. Il connazionale lo ha sollecitato ad andarsene, affermando che quella fosse la zona in cui solo lui avrebbe potuto chiedere l'elemosina. Il mio cliente, allora, si è spostato davanti al supermercato di via Tito Livio dove - sostiene l'avvocato - è stato raggiunto poco dopo dal suo connazionale, che gli ha tirato una coltellata. Il 27enne ha cercato di allontanarsi, inseguito dall'aggressore. A quel punto, è arrivato un terzo giovane nigeriano, che ha cercato di farlo desistere, ma - prosegue l'avvocato Del Viscio - l'uomo non ne ha voluto sapere e ha inferto una seconda coltellata alla vittima, perforandogli un polmone. Il giovane è stato medicato all'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto e dimesso con una prognosi di dieci giorni. Ora sta meglio. Sia lui che il connazionale intervenuto a calmare l'aggressore hanno indicato ai carabinieri il nome di quest'ultimo, che si trova in un Centro di accoglienza di Termoli, all'interno dell'ex Hotel Modena. Il mio assistito - precisa il legale - non è irregolare. Gli è stata revocata l'accoglienza, ma ha presentato un'istanza di protezione internazionale su cui il Tribunale dell'Aquila si dovrà pronunciare". 

In corso le indagini dei carabinieri. Al momento, non ci sono provvedimenti. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi