Pranzano al ristorante e invece di pagare rubano l’auto del titolare: un altro arresto a Vasto - L’episodio è accaduto sabato scorso
 
Vasto   Cronaca 23/01

Pranzano al ristorante e invece di pagare rubano l’auto del titolare: un altro arresto a Vasto

L’episodio è accaduto sabato scorso

Il commissario Fabio Capaldo

Mangiare al ristorante, andarsene senza pagare e rubare l'automobile del titolare. È successo a Vasto sabato scorso; protagonista una coppia residente in città.

"Una squadra volante – spiega il Commissariato di via Bachelet – è intervenuta in corso Plebiscito dove era stata segnalata una coppia che, con fare sospetto, era scesa frettolosamente da un auto di colore blu e immediatamente si era allontanata tra le vie adiacenti.

Una volta sul posto gli agenti accertavano che l’Opel Agila era stata precedentemente segnalata come oggetto di furto.
Raccolte le descrizioni dei due che poco prima avevano abbondonato l’auto, gli operatori perlustravano la zona e riuscivano ad individuarli mentre, alla vista della Polizia, tentavano di dileguarsi.

Appena venivano fermati, si avvicinava un cittadino che riferiva agli agenti di aver riconosciuto negli stessi la coppia che poco prima aveva consumato un pasto nel suo ristorante per la somma di euro 54,50 e che era andata via senza pagare. 
I due avevano detto di non aver denaro contante e che sarebbero tornati a saldare il conto dopo aver prelevato in un vicino sportello bancomat.

Dopo che la coppia aveva lasciato il locale, la moglie del proprietario, si era accorta che mancavano le chiavi dell’auto dal giubbotto della propria giacca, appesa all’ingresso del locale stesso e, uscita nel parcheggio, aveva constatato che l’autovettura era stata rubata.
Alla luce dei fatti su descritti, l’uomo, privo di documenti di identità, veniva sottoposto a perquisizione personale che dava esito positivo, in quanto nella tasca dei pantaloni si rinveniva proprio la chiave dell’auto rubata. 

Entrambi venivano accompagnati negli uffici del Commissariato e identificati, l’uomo per C.I., di 40 anni, di nazionalità romena ma residente a Vasto, arrestato quale responsabile del furto aggravato in concorso e di insolvenza fraudolenta.
La donna, identificata per P.S., di 44 anni, nata e residente in città, veniva denunciata in stato di libertà per il medesimo reato. C.I.,  giudicato in “direttissima” nella giornata di ieri, patteggiava una pena di 6 mesi di reclusione e 300 euro di multa".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Eventi su Vasteggiando

Annunci di Lavoro


    Chiudi
    Chiudi