D’Elisa: "L’amministrazione non spenda soldi per pagare dipendenti di altri Comuni" - Il consigliere di centrodestra: "Stop alla convenzione col municipio di Guilmi"
 
Vasto   Politica 04/01

D’Elisa: "L’amministrazione non spenda soldi per pagare dipendenti di altri Comuni"

Il consigliere di centrodestra: "Stop alla convenzione col municipio di Guilmi"

Alessandro d'Elisa (Gruppo misto)Stop al rinnovo delle convenzioni per trasferire temporaneamente nel municipio di Vasto dipendenti di altri Comuni, con conseguente aggravio di spesa per le casse municipali di piazza Barbacani. E' la richiesta che Alessandro d'Elisa, consigliere comunale del Gruppo misto, rivolge al sindaco di Vasto, Francesco Menna

In un'interpellanza, il rappresentante del centrodestra ricorda che "il 30 maggio, con la delibera di Giunta numero 209, il Comune di Vasto deliberava di procedere, in convenzione col Comune di Guilmi, all'assunzione del ragionier Emilio Racciatti. Il 10 giugno 2017 veniva formalmente sottoscritta la convenzione fra il Comune di Vasto e il Comune di Guilmi, secondo quanto disposto dall’articolo 14 del contratto collettivo nazionale di lavoro, per l’assegnazione al Comune di Vasto del ragionier Racciatti, dipendente del Comune di Guilmi, come esperto finanziario con particolari capacità in materia di bilancio; il tempo di lavoro veniva stabilito in 6 ore su 36 settimanali in assegnazione al Comune di Vasto", che ne ha pagato la relativa quota di stipendio: "7mila 229 euro e 81 centesimi, relativamente al periodo compreso tra il 10 giugno e il 31 dicembre 2017, ossia oltre mille euro mensili". 

"La convenzione con il Comune di Guilmi è scaduta il 31 dicembre" e "dal consuntivo delle prestazioni del dipendente Emilio Racciatti presso il Comune di Vasto emerge, rispetto a quanto stabilito nella convenzione sottoscritta, una presenza maggiore, in termini di ore di lavoro, di circa il 200% e di circa il 330% in termini di giorni di presenza al lavoro".

D'Elisa interroga il sindaco per sapere "se le maggiori ore di lavoro prestate da Racciatti presso il Comune di Vasto ricadranno a carico dei cittadini di Vasto; se non sia il caso di attendere le conclusioni del procedimento relativo all’avviso di conclusione indagini emesso dalla Procura della Repubblica di Vasto avverso, fra gli altri, il ragionier Emilio Racciatti; se, come più volte richiesto, non sia il caso di meglio sfruttare e valorizzare le giovani risorse interne, dipendenti di ruolo del Comune di Vasto, vista la presenza in struttura di un dirigente dei Servizi interni, di tre posizioni organizzative-alte professionalità nell’area Amministrazione, Finanza, Patrimonio ed Entrate e di tanti dipendenti, professionisti validi, in tutto il I Settore; se non sia più il caso di non far gravare ulteriormente sulle tasche dei cittadini di Vasto i costi mensili finalizzati a pagare parte degli oneri e dello stipendio di dipendenti di altri Comuni".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi