Presepe vivente di San Salvo rinviato al 23 dicembre - Previste condizioni meteo avverse
 
San Salvo   Attualità 16/12/2017

Presepe vivente di San Salvo rinviato al 23 dicembre

Previste condizioni meteo avverse

A causa delle previste condizioni climatiche sfavorevoli per la giornata di domani, il presepe vivente, organizzato dall’Istituto Comprensivo 2 di San Salvo e con il patrocinio del Comune con le compartecipazioni dell’Università delle Tre Età e della Pro Loco, sarà posticipato a sabato prossimo 23 dicembre. Tutto era pronto, centinaia di bambini con i loro genitori, gli allestimenti e gli utensili per venticinque stazioni, tra cui la postazione delle lavandaie presso la Fontana Vecchia, la postazione degli scribi e del censimento, la corte di Erode, centro del potere temporale, la sinagoga, luogo anticamente destinato alla trasmissione dei saperi; il posto raccolto e suggestivo scelto come grotta della natività; varie botteghe artigianali tra cui quella dello speziale, del mercante di tessuti e dei tintori, la bottega del maniscalco, quelle della frutta, della verdura e del pane, l’angolo delle massaie. Per molti giorni il centro storico è stato animato da indaffarati genitori volenterosi, intenti a cercare gli angoli più adatti per far rivivere un’atmosfera antica fortemente connotata di sentimenti autentici. 

"Il presepe vivente realizzato degli alunni dell’Istituto Comprensivo 2, con il prezioso contributo dei loro genitori, – commenta il sindaco Tiziana Magnacca – è uno dei simboli più tangibili del mistero del Natale che vogliamo sostenere e che consente di  far rivivere la magia e la suggestione delle scene delle Natività. La bellezza delle venticinque stazioni è resa più vivida perché realizzato nel nostro centro". 

Resta comunque intatto l’itinerario narrativo che la scuola intende proporre con questo presepio,invitando alla riflessione sull'etimologia stessa “praesepe”: stalla, mangiatoia, un itinerario che si snoda fra l’eccezionalità dell’evento sacro che rivela e l'ordinaria quotidianità di assoluta sobrietà della cornice che lo accoglie, umile ed essenziale, calata in una rappresentazione silenziosa e operosa. Il presepe vivente inizierà con il corteo dei figuranti partendo della chiesa di San Nicola e percorrerà il corso Garibaldi, per raggiungere il centro storico e si concluderà con la processione degli Angeli portatori di Luce. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi