Primo "Festival della robotica" all’Omnicomprensivo "Spataro" - 14 i plessi interessati
 
Gissi   Attualità 15/12/2017

Primo "Festival della robotica" all’Omnicomprensivo "Spataro"

14 i plessi interessati

L'Omnicomprensivo "Spataro" di Gissi sta investendo sempre più sullo sviluppo del pensiero computazionale che dà sostanza e forma all'intero curricolo verticale d'istituto, dalle scuole dell'infanzia alle secondarie di secondo grado. Esso rappresenta la sfida di una scuola fortemente radicata nel territorio e, al tempo stesso, aperta al mondo e a scenari sempre più complessi.

Il 14 dicembre, presso i locali della palestra dell’istituto, tutti gli alunni della Scuola dell’Infanzia e delle classi Prime della Scuola Primaria, sono stati protagonisti del 1° Festival della Robotica. Durante la mattinata sono stati coinvolti in attività di Robotica Educativa: gli alunni si sono esibiti negli spazi assegnati in modo concreto, coinvolgendo la dirigente scolastica Aida Marrone e attirando l’attenzione di tutti i presenti.

Con Bee Bot i “più piccoli” si sono avvicinati al mondo della robotica cominciando ad apprendere le basi dei linguaggi di programmazione e a valorizzare abilità manuali e relazionali.

Hanno condiviso attività di gioco motorio che hanno permesso loro di vivere con il corpo esperienze di direzione e lateralizzazione; hanno programmato i movimenti di Bee Bot, Blue Bot e Cubetto per fare in modo che si spostassero su “tappeti” secondo percorsi stabiliti; hanno sperimentato diverse possibilità di ragionamento e si sono accostati al pensiero computazionale divertendosi. La nuova esperienza condivisa ha permesso, ulteriormente, di apprendere muovendosi nello spazio andando alla ricerca di soluzioni a problemi e situazioni concrete; di elaborare un progetto e sperimentare; di servirsi dell’errore per migliorare la comprensione.

La Robotica Educativa e il Coding non costituiscono aree di apprendimento aggiuntive, ma metodologie didattiche d'elezione per promuovere percorsi formativi di qualità, al passo con i tempi e vicini al mondo esperienziale delle giovani generazioni.

Il prof. Giovanni Di Fonzo, Presidente della Rete degli Abruzzesi per il Talento e l'Innovazione, intervenuto all’Evento, ha avuto parole di elogio per la scuola di Gissi e ha raccomandato ai giovani genitori presenti di non lasciare la scuola sola in questo coraggioso percorso. Ha sottolineato la necessità di una stretta sinergia tra scuola, famiglia, enti locali ed associazioni culturali del territorio. I bambini ed i ragazzi hanno bisogno di attenzione. Proprio per questo ha concluso il suo saluto con un emozionato "Non perdiamoli di vista!"

Ins. Moretta Mirella

Guarda le foto

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi