FdI, anche a Vasto la raccolta firme contro lo ius soli - Domani nella sede di corso Garibaldi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21
 
Vasto   Politica 24/11

FdI, anche a Vasto la raccolta firme contro lo ius soli

Domani nella sede di corso Garibaldi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21

Anche il circolo di Vasto partecipa alla mobilitazione nazionale di Fratelli d’Italia-An contro lo ius soli. Domani, sabato 25 novembre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16 alle 21, nella sede di Corso Garibaldi numero 41, raccolta di firme per esprimere la netta contrarietà al modus operandi del Governo in materia di cittadinanza.

"La cittadinanza - si legge nella nota - non è qualcosa di accidentale, ma è il frutto della trasmissione secolare di valori condivisi. Servono leggi per attrarre cervelli, non per attrarre persone non qualificate con il miraggio della cittadinanza facile. Il modello che il Governo Gentiloni propina - prosegue la nota - non è un modello di accoglienza ma di sostituzione etnica per trasformare l’Italia in colonia europea dove parcheggiare e stazionare manodopera a basso costo per il resto dell’Europa. Lo ius soli, tra l’altro, renderebbe quasi impossibile il rimpatrio di chi si macchia di reati comuni quali rapine, furti in abitazione, truffe, lesioni, maltrattamenti e stalking, per il diritto al mantenimento dell’unità familiare, polverizzando così la possibilità di risposta alla criminalità proveniente da altri Paesi.

La cittadinanza - afferma il partito di Giorgia Meloni - è frutto della trasmissione dei valori dei propri genitori. Si può anche scegliere la propria Patria di elezione, ma solo dopo avervi vissuto per dieci anni, aver dimostrato di avere reddito sufficiente a vivere dignitosamente e a non pesare sul welfare italiano, non essere stato condannato per reati di allarme sociale e contro la persona e il patrimonio, aver dimostrato di aver metabolizzato i valori italiani.

Nell’occasione di sabato, sarà anche possibile riempire un questionario per definire le priorità di Fratelli d’Italia-An".

Comunicato stampa

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi