Auto abbatte il cancello di una ditta, "Incrocio pericoloso per veicoli e pendolari" - L’episodio nella notte a San Salvo; fermata autobus rischiosa
 
San Salvo   Cronaca 06/11

Auto abbatte il cancello di una ditta, "Incrocio pericoloso per veicoli e pendolari"

L’episodio nella notte a San Salvo; fermata autobus rischiosa

Una tragedia evitata solo perché l'incidente è avvenuto di notte, quando gli autobus non passano. È successo a San Salvo alle 21.30 del 4 novembre scorso nella zona industriale. L'incrocio è quello accanto alla rotonda del centro commerciale "Insieme": un 'auto è andata dritta abbattendo il cancello dell'azienda Kaaral che si trova sul lato opposto. 

Il veicolo è uscito di strada attraversando proprio la piazzola della fermata degli autobus Di Fonzo. Da tempo i rappresentanti dell'azienda lamentano la pericolosità dell'incrocio (segnalata anche ai vigili urbani) avendolo quotidianamente sotto gli occhi. Quanto accaduto confermerebbe questa tesi, "Cosa sarebbe accaduto se ci fossero stati i pendolari ad attendere l'autobus?".

"L’incrocio – spiega a zonalocale.it Romolo Ferrara della Kaaral – è di una pericolosità estrema. Chi proviene dalla rotonda e deve andare in direzione della Pilkington non ha ampia visuale su chi proviene da destra. Chi proviene da destra è solito percorrere quel tratto di strada ad alta velocità sopratutto negli orari a ridosso del cambio turno delle aziende presenti nel nucleo industriale. Chi proviene dalla Pilkington e quindi da sinistra, nove volte su dieci sempre a causa dell’elevata velocità difficilmente riesce a dare la precedenza fermandosi allo stop presente in prossimità della rotonda rendendo pericolosa l’immissione nella strada da chi proviene dalla rotonda stessa".

Non ultimo, poi, la presenza della fermata degli autubous: "Sullo stesso incrocio davanti al cancello della ditta è presente anche una fermata dell’autobus della compagnia Di Fonzo. Questa volta a farne le spese è stato il cancello. Fortuna ha voluto che nessuno era in attesa dell’autobus altrimenti sarebbe rimasto quasi sicuramente ucciso". Il caso ha infatti voluto che non fosse orario lavorativo.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi