I dipendenti del Cotir chiedono ascolto a Renzi - La lettera dei lavoratori
 
Vasto   Attualità 18/10

I dipendenti del Cotir chiedono ascolto a Renzi

La lettera dei lavoratori

Riceviamo dai lavoratori del Cotir di Vasto una lettera in vista della visita di Matteo Renzi domani a San Salvo [LEGGI]

Visti i propositi costruttivi della campagna di ascolto di Renzi, i dipendenti del Cotir, centro di ricerca regionale, chiedono la possibilità di riferire a Renzi dello stato di abbandono in cui versa la ricerca in Abruzzo ed in particolar modo nel Vastese in cui il Cotir non riceve più sostegno né morale né di impegno economico da parte dei pubblici amministratori.

La situazione è drammatica da tutti i punti di vista, un patrimonio totalmente pubblico, scientifico ed immobiliare (uffici, laboratori, azienda agraria sperimentale, personale qualificato) costato anni di impegno lavorativo ed economico versa attualmente nel più completo abbandono da parte dello Stato.

Senza parlare poi dei dipendenti, 27 lavoratori che non percepiscono lo stipendio da quasi tre anni, pur continuando la loro attività di ricerca in un settore importante come quello agricolo e di gestione dell’acqua, il bene ambientale più prezioso. Tutto ciò nel tentativo di ostacolare il miope piano regionale di esclusione dalla ricerca del Vastese dai loro obiettivi.

Perchè nella Marsica il centro di ricerca gemello è stato promosso e noi no? Siamo forse figli di un Dio minore?

Vorremmo che Renzi sia messo a conoscenza e ci consigli.

I dipendenti del Cotir

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi