Sei squadre e decine di ragazzi: ecco il settore giovanile della Vastese - Quattro società unite dal progetto dei biancorossi
 
Vasto   Sport 14/10

Sei squadre e decine di ragazzi: ecco il settore giovanile della Vastese

Quattro società unite dal progetto dei biancorossi

La Vastese junioresSei squadre, con i rispettivi quadri tecnici e dirigenziali, e i vari collaboratori e amici protagonisti: sul rettangolo verde dello Stadio Aragona è andata in scena la presentazione ufficiale delle attività del settore giovanile della Vastese Calcio, impernitate sull'intesa del club biancorosso con diverse realtà del territorio, quali Virtus Vasto, Vasto Marina Calcio e Quattro Colli.

Una 'grande famiglia', con lo sforzo della società teso principalmente a mettere la crescita del ragazzo al centro dell'attenzione, assieme alla possibile formazione di un vivaio che possa rappresentare, negli anni futuri, un serbatoio importante, di elementi di Vasto e del territorio, a beneficio anche della prima squadra.

“I nostri addetti ai lavori – hanno voluto rimarcare il presidente della Vastese Franco Bolami ed il presidente del settore giovanile Massimo Giannone – saranno concentrati soprattutto sugli aspetti umani ed educativi. E siamo certi che con l'indispensabile aiuto degli stessi ragazzi e delle famiglie potremo formare atleti validi ed orgogliosi di poter vestire la gloriosa maglia biancorossa”. 

L'occasione è stata utile per dare 'luce' alle squadre Juniores Nazionali (allenatore Salvatore Praino), Allievi provinciali (allenatore Antonio Maccione) e Giovanissimi provinciali (allenatore Emiliano Lanza) della Vastese; alle formazioni Allievi regionali (allenatore Francesco Paolo Acquarola) e Giovanissimi regionali (allenatore Nello Mazzatenta) della Virtus Vasto ed alla squadra Juniores d'Elite (allenatore Simone Di Santo) del Vasto Marina. Un gruppo allargato di quasi 150 ragazzi, ai quali si aggiungono i 'piccoli allievi' della scuola calcio per un impegno rinnovato nell'ambito di un progetto di ampio respiro, teso a maturare ed a poter durare nel tempo.

Presenti, tra gli altri, assieme a Bolami e Giannone, il direttore tecnico Alfonso De Filippis, il direttore sportivo Giuseppe De Cillis, il dirigente accompagnatore Gennaro Migliaccio, il responsabile della Virtus Lucio Rullo, il patron del Vasto Marina Pino Travaglini ed il fisioterapista Paolo Pachioli. La società ha voluto infine ringraziare, per le rispettive collaborazioni, il Comune di Vasto - in testa il sindaco Francesco Menna e l'assessore allo Sport Carlo Della Penna -, le famiglie dei ragazzi coinvolti e gli amici sponsor che danno una linfa essenziale al progetto. Un pensiero ed un ringraziamento particolari, poi, sono stati espressi per la famiglia Marinelli, che ha voluto donare, in memoria dell'indimenticato Andrea, scomparso l'estate 2016 in un incidente stradale, un defibrillatore per la sicurezza dei giovani calciatori impegnati sui campi. 

Ufficio Stampa Vastese Calcio

 

Guarda le foto

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi