"Buco milionario nel bilancio comunale, Menna riferisca in Consiglio" - L’opposizione: "Allarme della Corte dei Conti, si rischia il pre-dissesto"
CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 28/09

"Buco milionario nel bilancio comunale, Menna riferisca in Consiglio"

L’opposizione: "Allarme della Corte dei Conti, si rischia il pre-dissesto"

Vasto: i sei consiglieri comunali che chiedono a Menna di riferire sul buco in bilancioIl sindaco di Vasto, Francesco Menna, riferisca in Consiglio comunale sul buco che la Corte dei Conti ha trovato nel bilancio del Comune di Vasto. E ne spieghi le cause. Lo chiedono i sei consiglieri comunali della coalizione centrodestra-movimenti civici. 

Scrivono in un comunicato stampa Davide D'Alessandro (Vasto2016), Alessandro D'Elisa (Gruppo misto), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Edmondo Laudazi (il nuovo Faro), Francesco Prospero (Progetto per Vasto) e Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia): "Abbiamo chiesto più volte al sindaco Menna, durante il Consiglio comunale del 27 settembre, se è vero che ha ricevuto una deliberazione dalla Corte dei conti che segnala un notevole scostamento, pare oltre il 70%, tra entrate e uscite da parte del Comune, un invito a investire il Consiglio del grave problema del rientro dei debiti entro il 31 dicembre 2017, pena il pericolo che tutto salti per aria, dopo una fase di chiaro pre-dissesto. Il sindaco ha fatto silenzio, salvo poi ammettere sulla stampa che la deliberazione esiste, che avanzerà le controdeduzioni, che serviranno importanti interventi di alienazioni. Insomma, non serve a nulla né tacere, né nascondere la testa sotto la sabbia. Purtroppo, se noi non avessimo pressato, sarebbe rimasto in silenzio.

Ora, gli chiediamo con urgenza, come impone anche la Corte in questi casi, di venire in Consiglio e di riferire puntualmente sui gravissimi problemi finanziari che attanagliano le casse del Comune di Vasto. I cittadini devono sapere se esiste anche il minimo rischio che fra tre mesi non sia più l’amministrazione Menna a guidare la città, ma qualche Commissario. Il Sindaco dice di aver ereditato una situazione pesante. Sì, è vero. L’ha ereditata dal suo compagno Lapenna, mentre lui era capogruppo del Pd, ma questo primo anno di preannunciato rinnovamento generazionale è stato un tragico peggioramento generazionale. Una maggioranza in stato di agonia che non decide su nulla, che si approva, da sola, una delibera insensata sulle partecipate, da noi ritenuta nulla, tanto da abbandonare l’Aula.
Sta scherzando con il fuoco, l’Amministrazione Menna e, cosa ben più grave, con le tasche di tutti i cittadini vastesi. Le tariffe sono al massimo, i servizi scadenti, e i conti non tornano.

Non per gli investimenti fatti in questi ultimi undici anni, ma per i tanti sprechi di una gestione allegra della finanza pubblica, tra mutui assunti e difficilmente sostenibili, premi e promozioni a gogò per una macchina alquanto dispendiosa. Ora i nodi sono venuti al pettine. Come si rientra dai tanti debiti in tre mesi? Qual è la grande promessa d’acquisto di qualche privato o istituto da sottoporre alla Corte dei conti per salvare capre e cavoli? Vendiamo la spiaggia o piazza Rossetti? Tutto è possibile, soprattutto in assenza di una maggioranza. Cinque ore di Consiglio e un solo breve intervento di un unico consigliere del Pd, Luciano Lapenna. Il resto silenzio assoluto. Nemmeno una parola. Dov’è la maggioranza?". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi