Patto con Vasto perde un pezzo: Napolitano esce dal gruppo - "Eravamo nati per rafforzare Menna. In Aula abbiamo espresso voti diversi"
 
Vasto   Politica 16/09

Patto con Vasto perde un pezzo:
Napolitano esce dal gruppo

"Eravamo nati per rafforzare Menna. In Aula abbiamo espresso voti diversi"

Vasto, 23 maggio 2017: si costituisce Patto con Vasto. Da sinistra Napolitano, Del Piano e Baccalà. Oggi Napolitano abbandona il gruppoDopo meno di quattro mesi, Giuseppe Napolitano esce da Patto con Vasto, perché "nel Consiglio comunale del 12 settembre - dichiara - si è evidenziata in modo palese la divergenza tra i consiglieri di PcV nella votazione in Aula". Scende da tre a due il numero di consiglieri comunali del raggruppamento civico nato il 23 maggio scorso: restano Mauro Del Piano ed Elio Baccalà, lascia Giuseppe Napolitano, che non annuncia a quale altro gruppo aderirà: "Nei prossimi giorni comunicherò al presidente del Consiglio comunale le mie decisioni". 

E' la prima conseguenza dello showdown andato in scena nella seduta di martedì, quando la Giunta Menna è andata sotto in Aula sul voto che ha approvato la mozione con cui i consiglieri impegnano il sindaco a licenziare un membro del suo staff, Angelo Pollutri. Una votazione che il primo cittadino ha dichiarato in Consiglio di ritenere illegittima, perché riguarda il potere di nominare i suoi più stretti collaboratori. Dal giorno della resa dei conti, nessuna presa di posizione ufficiale né da parte di Menna, né delle forze politiche della coalizione.

Oggi la decisione presa da Napolitano. Il suo era stato un ritorno in Consiglio comunale: eletto per la prima volta nel 2006 nella lista della Margherita, poi aveva aderito al Pd. Alle comunali del 2011, era passato a sostenere Massimo Desiati, candidandosi nella lista civica Progetto per Vasto-Desiati, ma non riuscendo a raccogliere i voti necessari a confermarsi consigliere comunale. Ci ha riprovato lo scorso anno, candidandosi per Francesco Menna con la lista civica Filo Comune. Quarto più votato dopo Carlo Della Penna, Marco Marchesani ed Elio Baccalà, era rientrato in Consiglio tramite il meccanismo della surroga: Della Penna, nominato assessore, era automaticamente decaduto dalla carica di consigliere, liberando il posto per Napolitano. 

A maggio, insieme a Del Piano e Baccalà, aveva fondato Patto con Vasto, che ha abbandonato oggi. 

"In merito alla mia permanenza nel Gruppo Consiliare Patto con Vasto - scrive Napolitano nel comunicato stampa in cui ufficializza la sua scelta - devo prendere atto che sono venute meno le premesse che mi avevano portato a dar vita al nuovo raggruppamento. Esse si basavano soprattutto nel sostegno al sindaco Francesco Menna, rilanciando l’azione amministrativa nel pieno rispetto del programma elettorale.

Nel Consiglio comunale del 12 Settembre si è evidenziata in modo palese la divergenza tra i consiglieri di Patto con Vasto nella votazione in Aula.

L’accaduto rafforza la mia convinzione ad uscire dal gruppo. Nei prossimi giorni comunicherò al presidente del Consiglio comunale le mie
decisioni".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi