Filomena e Lucia, gioie e dolori della vita nella duplice mostra - Si conclude con successo "Acquerelli In/versi", in cui hanno raccontato se stesse
 
Vasto   Cultura 25/08

Filomena e Lucia, gioie e dolori
della vita nella duplice mostra

Si conclude con successo "Acquerelli In/versi", in cui hanno raccontato se stesse

Da sinistra Filomena e Lucia PiccirilliPittura e scrittura insieme, come due sorelle che condividono gioie e dolori della loro vita. Come le autrici: Lucia e Filomena Piccirilli, che sorelle sono davvero e ieri hanno vissuto la giornata conclusiva della loro mostra a Palazzo Mattioli: Acquerelli In/versi è la rassegna delle loro opere.

I quadri di Lucia e il libro di Filomena, che si intitola La nudità dell'anima e nasce "per me, che ho avuto problemi alla vista, dalla necessità di mettere a fuoco".

E la sofferenza per la malattia è filo conduttore e ispiratore della duplice mostra, perché anche Lucia racconta che "sono stata malata. Ero allungata sul letto e, in quella posizione, dipingevo".

Esperienze che non hanno tolto a entrambe il sorriso con cui hanno accolto i tanti visitatori, italiani e stranieri, che hanno apprezzato le loro opere. Ieri, in occasione della giornata conclusiva, la visita del sindaco di Vasto, Francesco Menna, e del consigliere delegato alla Cultura, Elio Baccalà.

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi