"Ai box turistici non si diano informazioni sbagliate" - Lo sfogo dl titolare di un’attività di noleggio bici e risciò
 
 
 

"Ai box turistici non si diano
informazioni sbagliate"

Lo sfogo dl titolare di un’attività di noleggio bici e risciò

Alessandro Del Borrello"Ai box informazioni si diano indicazioni esatte. Perché le informazioni errate finiscono col penalizzare chi, come me, lavora nel settore turistico": è lo sfogo di Alessandro Del Borrello, titolare a Vasto Marina di un'attività di noleggio di bici e risciò.

"Nei giorni scorsi, alcuni turisti mi hanno raccontato di aver scoperto per caso l'esistenza della mia attività, perché all'ufficio informazioni di piazza Rodi era stato loro riferito il contrario, ossia che, al di fuori delle stazioni del bike sharing, non ci fossero altre opzioni per affittare biciclette. Per controllare, ho chiesto a una persona di mia fiducia di recarsi al box per chiedere le medesime indicazioni. Io stesso ho fatto un'analoga verifica. E così ho avuto, di persona, la conferma di quanto riferitomi da quei turisti. Non solo. Ho anche chiesto che i volantini pubblicitari del mio esercizio fossero esposti nell'ufficio informazioni di piazza Rodi, ma mi è stato opposto un rifiuto. Non credo si possa fare turismo in queste condizioni, dando indicazioni errate alle persone che scelgono Vasto per le loro vacanze. Ho chiesto un incontro all'assessore Carlo Della Penna, che mi riceverà martedì".

Il box informazioni è gestito dal consorzio Vivere Vasto Marina, che raggruppa i commercianti della riviera. Zonalocale.it ha contattato il presidente del sodalizio, Massimo Di Lorenzo: "Il box informazioni è gestito dal consorzio per la mera attività di supporto all'utilizzo del bike sharing. Le ragazze che sono all'info point, infatti, sono state istruite appositamente per dare informazioni specifiche e fornire aiuto su come procedere a prenotazione e restituzione bike da App e, quindi, per aiutare quanti abbiano difficoltà, soprattutto nelle prime volte, ad interfacciarsi con il sistema e la procedura di sblocco e a ricaricare il borsellino da cui vengono addebitati 0,03 centesimi, per un massimo di un euro e 80 l'ora. Esse, pertanto, non sono assolutamente tenute a fornire informazioni di carattere commerciale di alcun tipo, proprio al fine di non penalizzare nessuno. Detto questo, a quanti non possiedano la App, sono loro che gentilmente suggeriscono di rivolgersi ai noleggi bici delle vicinanze".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi