Fermato l’uomo che ha picchiato in piazza un funzionario comunale - Il 33enne ha aggredito anche un vigile. Ora è ai domiciliari
CHIUDI [X]
 
Vasto   Cronaca 20/07

Fermato l’uomo che ha picchiato
in piazza un funzionario comunale

Il 33enne ha aggredito anche un vigile. Ora è ai domiciliari

Vasto. Il dipendente comunale è stato aggredito in piazza RossettiE' agli arresti domiciliari il trentatreenne che stamattina ha aggredito in piazza Rossetti l'avvocato Luca Mastrangelo, 46 anni, dirigente dell'Ufficio commercio del Comune di Vasto, e poi G.M., un vigile intervenuto a fermarlo. 

Pochi minuti dopo le 14, l'impiegato aveva finito di lavorare e stava per tornare a casa, quando gli si è avvicinato un giovane, già noto alle forze dell'ordine, che lo ha picchiato. A scatenare il gesto sarebbe stata una pratica respinta dalla pubblica amministrazione.

Il funzionario è stato colpito prima con un pugno e poi con un casco da motociclista. E' caduto a terra ed è stato soccorso dai colleghi e da alcuni passanti, che hanno allertato il 118 e le forze dell'ordine.

Mastrangelo è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto per i necessari esami diagnostici. Guarira' in dieci giorni. Per il vigile, invece, prognosi di cinque giorni.

L'aggressore, come comunica la polizia municipale, intervenuta sul posto, "si è scagliato contro un agente, opponendo resistenza e violenza allo stesso. A seguito di tali fatti, A.D. è stato tratto in arresto dagli agenti di polizia locale. Dopo gli adempimenti di rito - spiega il comandante Giuseppe Del Moro - su disposizione del magistrato di turno, il giovane è stato trasferito agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima". È difeso dagli avvocati Francesco e Arnaldo Tascione.

Negli anni scorsi, per far fronte ad analoghi episodi, la precedente amministrazione Lapenna aveva istituito un servizio di vigilanza, affidandolo a un istituto di sorveglianza privata. 

Messaggi di solidarietà - Un messaggio di "piena solidarietà" arriva dal sindaco di Vasto, Francesco Menna, e dai dipendenti comunali "al Corpo dei vigili urbani e, in particolare, al vigile aggredito" e all'avvocato Mastrangelo: “Solidarietà - dice il primo cittadino - ai dipendenti che cercano di far rispettare le leggi, che operano per l'esclusivo interesse della collettività. Il lavoro in municipio, in particolare quello a diretto contatto con il pubblico necessita di un’attenzione particolare. Non si può sottostare – ha concluso il sindaco- a aggressioni, accanimenti, minacce e quant’altro durante l’espletamento del lavoro”.

"Esprimiamo solidarietà e vicinanza al dipendente comunale aggredito questa mattina", scrivono in un comunicato congiunto sei consiglieri comunali d'opposizione: Davide D'Alessandro, Alessandro D'Elisa, Guido Giangiacomo, Edmondo Laudazi, Francesco Prospero e Vincenzo Suriani. "La sicurezza è un tema che riguarda tutti, ancor di più coloro che sono chiamati quotidianamente a svolgere il proprio servizio in favore di tutta la comunità vastese. Non è un caso se abbiamo voluto un Consiglio straordinario sulla sicurezza, non è un caso se ci siamo spesi per un rafforzamento del Corpo di polizia municipale, non è un caso se al prossimo Consiglio comunale attendiamo risposta a un’interrogazione sulla sicurezza negli uffici dei Servizi Sociali. È chiaro che se ci battiamo per la sicurezza di tutti i cittadini vastesi, non possiamo lasciare l’intero Palazzo di Città in una condizione di precarietà e insicurezza. Porremo il tema con ulteriore forza sperando di avere soluzioni efficaci in tempi brevi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi