Aggrappata al pontile per il mare agitato, ragazza tratta in salvo - A Vasto Marina provvidenziale intervento di salvataggio
 
Vasto   Cronaca 15/07

Aggrappata al pontile per il mare
agitato, ragazza tratta in salvo

A Vasto Marina provvidenziale intervento di salvataggio

Il pontile questa mattinaEpisodio a lieto fine questa mattina a Vasto Marina dove una ragazza, che era in difficoltà in mare, è stata tratta in salvo grazie all'intervento del personale di due lidi balneari. Erano circa le nove quando tre ragazze sono entrate in acqua nel tratto antistante la spiaggia libera alla sinistra del pontile nonostante le bandiere rosse esposte sul litorale. In quel momento non c'erano neanche i bagnini degli stabilimenti, poichè entrano in servizio alle 10.

Il custode dello stabilimento del Circolo Nautico, Eugenio Martucci, mentre era al lavoro per completare la sistemazione del materiale portato via ieri dal maltempo, ha notato che c'era qualche problema in acqua, molto agitata a causa della corrente e del vento. Una loro, infatti, era rimasta aggrappata ad un pilastro del pontile, senza riuscire a tornare verso riva. Le due amiche avevano provato ad aiutarla ma senza esito positivo.

Martucci ha cercato di intervenire ma si è reso conto che da solo non ce l'avrebbe fatta perchè nei pressi del pilastro dove la ragazza era rimasta aggrappata c'era una sorta di buca profonda. Ha così chiesto aiuto a Pino Travaglini, dello stabilimento Il Pontile. Subito sono accorsi lo spiaggista del lido, Demon, e Lucia Di Foglio, moglie di Travaglini. "Richiamati da Eugenio abbiamo capito la situazione. Lucia, che ha il brevetto da bagnina, con il salvagente è andata sul pontile, lanciandolo alla ragazza". Ricevuto un appiglio sicuro, la giovane è stata riportata verso riva da Demon e da Martucci

"Sono stati attimi concitati - racconta Martucci - ma per fortuna è andato tutto bene. La ragazza è riuscita a restare aggrappata al pontile e, salvo qualche graffio, alla fine non ha avuto conseguenze e se l'è cavata solo con un grande spavento". Una volta in spiaggia i soccorritori della giovane si sono sincerati delle sue condizioni prima di tornare al lavoro. Una disavventura che, in una giornata di mare agitato, poteva costare cara ma che alla fine si è risolta positivamente.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi