"Porta Nuova deve avere la stessa dignità del centro storico" - Pulizia e sicurezza, le richieste dell’associazione "Kronos" e di alcuni residenti
 
 
 

Vasto   Attualità 01/07

"Porta Nuova deve avere la stessa
dignità del centro storico"

Pulizia e sicurezza, le richieste dell’associazione "Kronos" e di alcuni residenti

Vasto, quartiere Porta Nuova: la balconata di Belvedere Romani invasa dalla vegetazioneSi presenta rivendicando pulizia nelle aree verdi e videosorveglianza funzionante nel quartiere di Porta Nuova. Prima iniziativa pubblica per la sezione di Vasto dell'associazione Accademia Kronos Onlus-vigilanza zoofila, già presente in città da diverso tempo.

Il presidente locale, Antonio Parisi, e alcuni residenti di Porta Nuova stamani hanno tenuto una conferenza stampa itinerante nelle aree verdi della zona per chiedere all'amministrazione un'attenzione costante. Durante la conferenza, alcune aiuole sono state ripulite dagli operai del municipio. "La nostra associazione - spiega Parisi - si occupa di vigilanza zoofila, è un ente senza scopo di lucro, è riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente e ha partecipato alla Conferenza sul clima. In questi giorni, molti turisti stranieri sono passati a visitare il Monumento all'Emigrante, specialmente turisti provenienti dall'Australia che sono rimasti delusi dall'abbandono totale del parco. Chiediamo al Comune di tagliare le acacie, cresciute a dismisura nella scarpata sottostante la balconata, e tutta la vegetazione incolta, che ostruisce il panorama; riparare la videosorveglianza, danneggiata dai vandali; installare panchine nuove vicino ai tavoli del gazebo, dopo che quelle originarie sono state sradicate anni fa; sorvegliare anche riguardo ai comportamenti incivili di coloro che, tutti i giorni, portano i cani a fare i loro bisogni nel parco, mettendo a rischio la salute dei bambini che ogni giorno utilizzano l'area giochi; pulire tutte le aree verdi del piazzale antistante l'arco di Porta Nuova; rifare la segnaletica orizzontale e multare coloro che coprono con volantini e manifesti i segnali stradali. Inoltre - sottolinea Parisi - la rotatoria e le canalizzazioni sono sono più adeguate al passaggio dei pullman moderni, che hanno dimensioni superiori a quelli in circolazione anni fa; le auto parcheggiate in divieto restringono ulteriormente la strada. Quest'anno, i bagni pubblici di via Crispi, nei pressi delle fermate degli autobus, sono rimasti sempre chiusi e i passeggeri si sono affidati al buon cuore del proprietario del bar che si trova nelle vicinanze. Chiediamo all'assessore ai Servizi manutentivi, Luigi Marcello, di riservare a questo quartiere la stessa attenzione che dedica al centro storico. Tutta la città deve essere pulita e tutelata". 

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi