Sup race: a Vasto Marina sport, divertimento e inclusione - La 1ª edizione del Trofeo Golfo d’Oro organizzata da Asd Le vele
CHIUDI [X]
 
Vasto   Sport 26/06

Sup race: a Vasto Marina sport,
divertimento e inclusione

La 1ª edizione del Trofeo Golfo d’Oro organizzata da Asd Le vele

Sport, divertimento e inclusione sociale. Questi gli ingredienti della bella mattinata vissuta ieri sulla spiaggia di Vasto con la prima edizione del Trofeo Golfo d'Oro di Sup Race, disciplina che negli ultimi anni ha iniziato a coinvolgere molti appassionati. Per questo la Asd Le Vele, società sportiva che si dedica a windsurf e sup (stand up paddle) ha organizzato la competizione, con il patrocinio dei comuni di Vasto e San Salvo e il sostegno della fondazione BCC Valle del Trigno, così da creare un'occasione di sfida sportiva tra gli atleti e di visibilità per la disciplina.

Ieri mattina l'appuntamento alla concessione 42, in lungomare Duca degli Abruzzi, dove la società sportiva ha il suo punto di riferimento. Da lì è partita la gara che ha visto gli atleti arrivare fino a San Salvo marina per poi fare il percorso inverso. Nella competizione maschile ha vinto Fabrizio Gasbarro davanti a Tommaso Pampinella e Luca Di Silvestre. In campo femminile vittoria a Simona Gervasoni

La giornata è stata impreziosita dalla partecipazione di Matteo Fanchini, atleta non vedente in prima linea per la diffusione del Sup. In collaborazion con la Polisportiva La Fenice dell'Uniciechi d'Abruzzo, Fanchini ha tenuto una lezione teorica e pratica seguendo il programma del Progetto Pagaia Bianca, per la diffusione del SUP anche tra i non vedenti come strumento d'inclusione sociale e miglioramento delle proprie capacità motorie e coordinative.

Nel video le parole di Marco Salcito, istruttore dell'asd Le Vele, Matteo Fanchini e Fabrizio Gasbarro.
Fotogallery a cura di Eugenio Libertini.

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti


Video - Sup Race - 1° Trofeo Golfo d'Oro

A Vasto la prima Sup Race - Le parole dell'istruttore Marco Salcito, dell'atleta non vedente Matteo Fanchini e di Fabrizio Gasbarro, vincitore della gara - A cura di Nicola Cinquina



 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi