Campo San Paolo, Menna replica: "Merito di D’Alfonso e Lapenna" - Il primo cittadino risponde alla nota di Antonio Prospero
 
Vasto   Politica 21/06

Campo San Paolo, Menna replica:
"Merito di D’Alfonso e Lapenna"

Il primo cittadino risponde alla nota di Antonio Prospero

Francesco Menna"Penso che nulla possa appassionare meno la comunità di San Paolo, e in particolare i tanti sportivi che fruiscono di un campo riqualificato e moderno, di queste polemiche sulla paternità dell’opera che trovo sterili ed improduttive". Il Sindaco di Vasto Francesco Menna replica all’ex consigliere regionale Antonio Prospero che, in una nota stampa diffusa nella giornata di ieri, si è attribuito il merito di aver promosso lo stanziamento dei fondi regionali con cui sono stati finanziati i lavori di riqualificazione del campo del quartiere San Paolo [LEGGI QUI].

"Non mi interessa seguire il consigliere Prospero sulla strada della polemica politica - ha puntualizzato il primo cittadino. "Desidero, piuttosto, ripristinare la verità rispetto l’iter amministrativo che ha permesso la realizzazione dell’opera. Il campo del Quartiere San Paolo, a ridosso delle elezioni regionali del 2014, fu inserito, con un’operazione dal valore puramente elettorale, all’interno delle opere oggetto di investimento prioritario da parte della Giunta Regionale dell’allora presidente Chiodi: una delibera evidentemente priva dei fondamentali riferimenti normativi che la successiva Giunta D’Alfonso ha dovuto revocare in autotutela. Successivamente la Giunta Regionale, con nuovo atto deliberativo, n. 660 del 14.10.2014, ha nuovamente incluso il campo vastese all’interno delle opere pubbliche prioritariamente finanziabili.  Ricordo l’intenso lavoro di quei mesi da parte del Sindaco Luciano Lapenna, della sua Giunta e dell’intero Consiglio Comunale: l’interessamento della Giunta Regionale, in particolare del Presidente Luciano D’Alfonso e dell’Assessore Paolucci, non fu casuale, ma il frutto di un lavoro che vide tutti, al di là delle differenze partitiche, lavorare insieme per un obiettivo condiviso. Non è mia intenzione disconoscere l’impegno profuso dall’allora consigliere Prospero, ma rivendicare la paternità dell’opera è ingiusto verso tutti coloro che hanno contribuito a questo risultato che va a beneficio di una zona della città sempre più centrale come il Quartiere San Paolo".

Ufficio stampa
Comune di Vasto



Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi