Dopo l’inseguimento in A14 ladro trovato nascosto in un canale - L’uomo arrestato dagli agenti della polizia stradale
CHIUDI [X]
 
San Salvo   Cronaca 07/06

Dopo l’inseguimento in A14 ladro
trovato nascosto in un canale

L’uomo arrestato dagli agenti della polizia stradale

Ancora un ladro d'auto fermato lungo l'autostrada A14 nel tratto di competenza della sezione della polizia stradale di Chieti diretta dal vice questore aggiunto Agnese Pane. Questa notte, l'equipaggio in servizio sulla tratta autostradale di competenza della sottosezione di Vasto Sud, ha intimato l'alt ad una Volkswagen Golf di colore scuro che viaggiava ad alta velocità in direzione sud. Il conducente, anzichè fermarsi, ha aumentato l'andatura, speronando anche l'auto della polizia stradale

"Partiva quindi un inseguimento - spiega una nota del comando provinciale di Chieti - che si protraeva sino al km.456 nel tenimento del comune di Montenero di Bisaccia dove il predetto conducente rallentava di colpo la marcia abbandonando il veicolo ancora in movimento e privo di controllo sulla corsia dell’A/14, attentando cosi anche alla circolazione stradale".

Così, mentre gli agenti erano impegnati a fermare e porre in sicurezza la vettura che stava procedendo senza conducente, il malvivente ne ha approfittato per fuggire nei campi adiacenti il tracciato autostradale, riuscendo in un primo momento a far perdere le proprie tracce.

È iniziata così la caccia all'uomo, con l'ausilio di altro personale di polizia giunto sul posto, fino a quando, alle 6 del mattino, gli agenti non lo hanno trovato. Il ladro d'auto si era "nascosto nella vegetazione all’interno di un canale per raccolta acque. Il fermato - conclude la nota - veniva condotto presso la Sottosezione Polizia Stradale di Vasto sud e veniva quindi tratto in arresto e successivamente, come disposto dal P.M. di turno della Procura Della Repubblica di Larino, accompagnato presso la Casa Circondariale di Larino a disposizione della A.G. procedente". A bordo della Wolkswagen gli agenti hanno trovato una centralina utilizzata per mettere in moto l'auto e vari arnesi da scasso, posti sotto sequestro.

Da inizio anno sono già decine le autovetture rubate in Abruzzo ad essere state recuperate dagli agenti della caserma 'Zanella' diretti dal comandante Antonio Pietroniro.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi