Cinghiali, agricoltori assediati: "Così non possiamo andare avanti" - Il grido di allarme dalle campagne di Casalbordino
CHIUDI [X]
 
 
 

Cinghiali, agricoltori assediati:
"Così non possiamo andare avanti"

Il grido di allarme dalle campagne di Casalbordino

Cinghiali sui terreni agricoli di Casalbordino"Io ormai sono in pensione, ma mio figlio ha 30 anni, che prospettive ha se ogni anno i danni procurati dai cinghiali aumentano e nessuno fa niente?". Alfonso e Antonio sono padre e figlio, entrambi agricoltori, che si sono rivolti a Zonalocale.it per lanciare il grido d'allarme per una condizione lavorativa ormai allo stremo. "Troppi cinghiali" lamentano i due agricoltori che hanno diversi ettari di terra in territorio di Casalbordino, a poca distanza dalla statale 16.

In effetti la presenza di cinghiali in zona è pressoché costante. Appena lasciata l'auto, infatti, sono bastati pochi minuti e una breve passeggiata per imbattersi in due nutriti gruppi di cinghiali. Il primo ha tagliato l'appezzamento di terreno a nord (la testa del gruppo nella foto in alto). Pochi secondi dopo, il tempo di spostarsi verso il primo branco, e un secondo gruppo ha tagliato lo stesso appezzamento di terreno a sud (GUARDA nel VIDEO). Un caso "fortunato"? "Macché - spiega il signor Antonio sconsolato - qua è così tutti i giorni. Distruggono tutto, scavano buche profondissime che rischiano di danneggiare i mezzi". "Oltre ai mezzi - conferma il figlio Antonio - ci facciamo male anche noi: mio padre proprio l'altro giorno ha subito una distorsione alla caviglia, per essere finito col piede in una buca".

Insomma, una situazione che sta portando i due agricoltori all'esasperazione: "Se qualcuno non ci aiuta, presto saremo costretti ad arrenderci".

Guarda il video Guarda le foto

di Natalfrancesco Litterio (n.litterio@zonalocale.it)

Commenti


Video - Casalbordino, agricoltori assediati dai cinghiali

Servizio di Natalfrancesco Litterio

Casalbordino, il grido d'allarme degli agricoltori: "Troppi cinghiali, così non possiamo andare avanti"



 

 
 
 

Chiudi
Chiudi