Lutto cittadino per l’ultimo saluto a Silvia e Giuseppe - Lo zio: "Non sono morti per un selfie"
 
 
 

Scerni   Cronaca 02/05

Lutto cittadino per l’ultimo
saluto a Silvia e Giuseppe

Lo zio: "Non sono morti per un selfie"

Silvia D'Ercole e Giuseppe PirocchiSarà un giorno di profondo dolore quello di domani per le comunità di Scerni e Pollutri chiamate a salutare per l'ultima volta Silvia D'Ercole e Giuseppe Pirocchi deceduti per una tragica fatalità mentre si trovavano a Caramanico Terme per festeggiare al meglio la giornata del Primo Maggio con la famiglia [LEGGI].

I funerali si terranno alle 16.30 nella chiesa parrocchiale di San Giacomo nell'omonima località. Il sindaco Alfonso Ottaviano ha istituito una giornata di lutto cittadino per la grave perdita così come Antonio Di Pietro, primo cittadino pollutrese.
La giovane coppia era molto conosciuta non solo in paese, in tanti domani le renderanno omaggio. Silvia e Giuseppe, entrambi di 32 anni, lasciano due bambini piccoli. 
L'incidente è avvenuto nei pressi delle rapide di Santa Lucia; qui lei è caduta in acqua, Giuseppe ha provato a soccorrerla finendo anch'egli nel fiume che scorre tra le rocce.

IPOTESI SELFIE - Lo zio di Silvia, l'ex sindaco Donato D'Ercole, smentisce l'ipotesi del selfie fatale: "Non stavano facendo nessun selfie quando è accaduta la disgrazia", ha dichiarato all'Ansa dalla camera ardente allestita nell'obitorio dell'ospedale di Chieti. D'Ercole dice di aver appreso della dinamica dell'incidente dalle altre due nipoti presenti in quel tragico momento.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi