Ritorno in famiglia per il procuratore antimafia Roberti - Incontro con i cugini al sesto convegno sulla sicurezza
 

Ritorno in famiglia per il
procuratore antimafia Roberti

Incontro con i cugini al sesto convegno sulla sicurezza

La foto ricordoIl sesto convegno sulla sicurezza e la legalità, promosso dal Rotary Club e tenutosi nei giorni scorsi presso il teatro Rossetti a Vasto [CLICCA QUI], è stato ricco di spunti di riflessione e propositi per i partecipanti ma è stato anche motivo di una gradevole sorpresa per il dottor Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia con delega all’antiterrorismo ed apprezzato ospite del simposio. La serata si è rivelata, infatti, come l’opportunità che gli ha permesso d’incontrare e ritrovare molti suoi cugini ed i loro familiari.

Il padre dell’autorevole dirigente era, in effetti, originario della zona di Vasto. Medico valente e di grande levatura intellettuale, dopo avere trascorso l’infanzia e la giovinezza nel Vastese, si trasferì a Napoli dove esercitò la sua professione e creò la propria famiglia. Numerosi sono i congiunti che risiedono in città e che erano presenti nello storico teatro per riceverlo e dargli il benvenuto. Al suo arrivo, i parenti lo hanno accolto calorosamente. Lo hanno attorniato e gli hanno donato dolciumi, cartoline e lettere affettuose. Il Procuratore li ha accettati con gioia e si è mostrato felice di ascoltare i loro racconti e persino qualche aneddoto di quando era bambino. Ha trattato tutti con disponibilità e cortesia. Ha conversato e ha abbracciato ognuno di loro manifestando doti di notevole umiltà ed affabilità. Alla fine, non si è sottratto alla richiesta di posare per delle foto ricordo e ha promesso di tenersi in contatto. Si è conclusa, in tal modo, una festosa ed improvvisata riunione familiare nel ricordo del passato e nell’attesa di nuove occasioni d’incontro per il futuro.

Roberta Palucci


Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi