Vizi di forma, rigettata richiesta di Consiglio comunale su sicurezza - Giangiacomo: "Immediatamente depositata nuova richiesta"
 
 
 

Vasto   Politica 22/04

Vizi di forma, rigettata richiesta
di Consiglio comunale su sicurezza

Giangiacomo: "Immediatamente depositata nuova richiesta"

Immagine di repertorio"In data odierna la conferenza dei capigruppo presenti in Consiglio Comunale ha inevitabilmente rigettato la richiesta presentata nei giorni scorsi dagli otto consiglieri di minoranza nella quale non era stato coinvolto il Capogruppo di Forza Italia Guido Giangiacomo volta a convocare un consiglio comunale sulla sicurezza alla luce dei recenti accadimenti per vizi di forma nella richiesta di convocazione risultata priva delle firme necessarie e proposta in forma erronea".

Lo annunciano il capogruppo in Consiglio Guido Giangiacomo e il coordinatore locale Massimiliano Zocaro: "L'ordine del giorno - aggiunge Giangiacomo - era anche privo di contenuti, non possiamo andare in Consiglio con un tema generico, alimentando solo allarmismi. Occorre trovare massima convergenza, per dimostrare l'unità della città su questo problema, su un documento specifico".

Da qui l'iniziativa: "Il direttivo di Forza Italia, unitamente al proprio rappresentante in Consiglio comunale, da sempre attentissimi al problema sicurezza in città - come dimostrato dall’attività di sensibilizzazione sull’argomento svolta con il gazebo in piazza dal tema Senza sicurezza non c’è libertà lo scorso 12 marzo - nel censurare ancora una volta il puerile comportamento volto a escludere immotivatamente, e in questo caso è più corretto dire fortunatamente, Forza Italia dalle iniziative della minoranza, poiché ritiene l’argomento importante e necessitante la più ampia condivisione allo scopo di ottenere effetti concreti piuttosto che mera propaganda politica, comunica di aver depositato immediatamente presso gli uffici del Segretario comunale di Vasto richiesta di convocazione del Consiglio comunale a firma del consigliere Guido Giangiacomo e aperta alla sottoscrizione di qualsiasi consigliere di minoranza o maggioranza che ritenga l’argomento meritevole di essere trattato in un prossimo e imminente Consiglio comunale, depositando già da subito un deliberato con proposte concrete per porre rimedio al grave stato di insicurezza venutosi a creare in città".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi