Uffici Arap: "Scongiurata la chiusura della sede di Vasto" - Ieri la riunione della Commissione Attività Produttive della Regione Abruzzo
 
Vasto   Politica 30/03

Uffici Arap: "Scongiurata la
chiusura della sede di Vasto"

Ieri la riunione della Commissione Attività Produttive della Regione Abruzzo

Mario OlivieriLa III Commissione Attività Produttive della Regione Abruzzo nella seduta di ieri ha approvato la risoluzione urgente proposta dal consigliere Mario Olivieri a difesa della sede operativa di Vasto della Arap. "Il provvedimento, - spiegano dall'ufficio stampa del consigliere - finalizzato a ribaltare il progressivo processo di spoglio e di impoverimento dei servizi pubblici presenti nel comprensorio Vastese, riconosce all’Ufficio di Vasto della Azienda Regionale Attività Produttive un ruolo importante di riferimento nel processo di industrializzazione regionale e da specializzare per le attività di progettazione e di direzione dei lavori aziendali, per l’intero territorio abruzzese gestito dall’Arap".

"Con il provvedimento licenziato dalla Commissione – ha sottolineato Olivieri – appare dunque scongiurata ogni ipotesi di chiusura della sede di Vasto, anche a tutela degli attuali livelli di occupazione e di servizio. Lo stesso Presidente del cda dell’Arap, il geometra Giampiero Leombroni, presente alla seduta della Commissione, nel rimettersi alle relative determinazioni della politica della Giunta e del Consiglio regionale d’Abruzzo, ha fatto presente che il piano di riorganizzazione aziendale predisposto dallo scorso ottobre 2016, riserva al territorio del Sangro Aventino e del Vastese un ruolo insostituibile e da valorizzare, a garanzia dello sviluppo della economia regionale, come chiaramente indicato dal mandato assegnato alla governance aziendale, dal Presidente della Giunta, Luciano D’Alfonso".

Il consigliere regionale Olivieri, "nel prendere atto del riconoscimento formale al territorio vastese nel delicato settore della economia industriale, garantisce a tutti i cittadini che continuerà con assoluto impegno e determinazione nella propria azione di difesa degli interessi e delle aspettative popolari, che, se non adeguatamente considerati nelle politiche di sviluppo predisposte e gestite dall’attuale governo regionale, lo vedranno costretto ad assumere azioni clamorose di dissenso e di contrasto".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi