Rimpasto, FdI: "Giunta e giovani assessori sono inadeguati" - La polemica
 
 
 

Vasto   Politica 16/03

Rimpasto, FdI: "Giunta e giovani
assessori sono inadeguati"

La polemica

Da sinistra Vincenzo Suriani e Marco di Michele Marisi"Questo rimpasto dimostra ancora una volta l'inadeguatezza della Giunta e, soprattutto, quella dei giovani assessori". Fratelli d'Italia attacca Francesco Menna e la sua amministrazione nel giorno in cui il sindaco ha varato la sua Giunta bis.

“Apprendiamo - si legge in un comusicato del partito di cui è leader nazionale Giorgia Meloni - dalla stampa cittadina della decisione del Sindaco, Francesco Menna, di non nominare il settimo assessore in sostituzione del dimissionario Antonio Del Casale. Ci sembra un atto dovuto, visto l'immobilismo amministrativo e in un periodo di ristrettezza economica per tanti nostri concittadini e per l’ente comunale. Tra l’altro, la proposta di non nominare nessun sostituto di Del Casale in giunta è stata formulata per la prima volta proprio dal circolo cittadino di Fratelli d’Italia-An, con una nota inviata alla stampa la settimana scorsa e ripresa da tutti i principali organi di informazione. Ma le buone notizie per Vasto finiscono qui.

Di fronte alle dimissioni di Antonio del Casale, che prima di lasciare l'incarico ha evidenziato gli attriti presenti in seno all'Amministrazione comunale, e di fronte alle contraddizioni interne del PD che sono esplose palesemente in questi giorni, il Sindaco ha operato una artificiosa strategia di equilibrismo, che lo ha costretto, per evitare di scontentare i potentati locali del Partito Democratico, a trattenere per sé la delega più importante che aveva Del Casale, ovvero la delega ai Lavori Pubblici.

Il primo cittadino, che già detiene ad interim le deleghe all’Urbanistica e al Bilancio, si trova così costretto adesso a dover gestire una nuova importante delega che, per motivi di bottega e di corrente, non ha potuto attribuire a nessuno dei sei assessori dell’attuale giunta. E così, mentre Menna continua a fare incetta di deleghe “pesanti”, e mentre Lina Marchesani torna ad occuparsi della delega al Personale, che già aveva durante l’amministrazione Lapenna, questo rimpasto sottolinea ancora una volta la inadeguatezza della giunta e soprattutto quella dei giovani assessori, molti dei quali continuano ad avere assessorati particolarmente leggeri, con deleghe che non è un eufemismo definire onorifiche.

Ci chiediamo a cosa serva mantenere in piedi una “giunta giovane” la cui incapacità è dimostrata dalle stesse scelte del Sindaco, che sopravvive a sé stessa solo per mascherare un’aurea di rinnovamento che è stata promessa da Menna in campagna elettorale, ma che, nei fatti e nella sostanza, viene smentita ogni giorno dal comportamento dell’amministrazione comunale, che continua a seguire vecchi schemi, vecchi metodi e che continua ad avere vecchi registi, magari travestiti da consiglieri comunali. Con il rimpasto di oggi il sindaco conferma il fallimento dell'azione amministrativa di questi primi nove mesi di mandato".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi