"A proposito di donne", 20 storie viste da una prospettiva diversa - Verso l’8 marzo - Intervista al regista del format teatrale
 
 
 

Vasto   Cultura 04/03

"A proposito di donne", 20 storie
viste da una prospettiva diversa

Verso l’8 marzo - Intervista al regista del format teatrale

Mauro Monni al Teatro Rossetti di Vasto durante i preparativi dello spettacoloIeri in anteprima nazionale al Teatro Rossetti di Vasto, stasera e domani appuntamento a San Salvo. A proposito di donne è lo spettacolo scritto e diretto dal poliedrico attore, regista e scrittore fiorentino Mauro Monni

Cos'è A proposito di donne?

"E' un format che verrà rappresentato in varie città italiane, ogni volta con attrici locali".

Da quale idea nasce questo spettacolo?

"Mi è stato commissionato un testo sul femminicidio. La parola femminicidio è stata una delle cinque più usate sui mezzi di comunicazione in Italia nel 2016. E' difficile di parlarne senza scadere nella retorica. Invece di parlare di donne subalterne a quello che avviene, che subiscono violenza, sopruso e ghettizzazione, ho provato a focalizzare l'attenzione su donne che hanno lasciato qualcosa con esperienza, lavoro, fragilità e stile di vita. E' bello riuscire a valorizzare le donne, non in quanto vittime, ma in quanto partecipi. Questo format contiene 20 storie con due omaggi: uno alle donne di Plaza de Mayo e l'altro a Franca Viola, che è l'unica ancora in vita tra le 20 che raccontiamo. Grazie a lei è cambiata la legge sullo stupro".

Quante le attrici impegnate in questo format?

"Diciassette attrici e due ballerine. Alcune di loro sono impegnate in più di una storia. Non viene raccontata la vita biografica delle persone, ma viene preso lo spunto per parlare di determinati argomenti. Ogni monologo dura dai 4 ai 7 minuti, intervallato da video, canzoni e balletti".

Ieri sera applausi e complimenti al termine della rappresentazione al Teatro Rossetti.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi