Tari, in Consiglio voto unanime per cercare di evitare gli aumenti - Conclusa la seduta con una risoluzione unitaria
 
Vasto   Politica 22/02

Tari, in Consiglio voto unanime
per cercare di evitare gli aumenti

Conclusa la seduta con una risoluzione unitaria

Il Consiglio comunale

Ore 16 - "Il Consiglio comunale ha votato all'unanimità la proposta, presentata per primi da Fratelli d'Italia e sottoscritta dalle altre forze del centrodestra, di non far gravare sulla tassa sui rifiuti urbani gli aumenti sconsiderati deliberati dal commissario del Civeta", commenta Vincenzo Suriani. "Abbiamo preferito raggiungere l'obiettivo primario di non far aumentare le tasse ai vastesi, rinunciando ad evidenziare le responsabilità del Comune di Vasto e dell'ex sindaco Luciano Lapenna nella gestione del Civeta". 

Ore 15.15 - Approvata all'unanimità la risoluzione che impegna il sindaco e l'amministrazione a "far sì che eventuali aumenti delle tariffe del Civeta non comportino un aumento della Tari a carico dei contribuenti; di presentare con il bilancio di previsione 2017 il piano finanziario dei rifiuti 2017-2019 senza nessun aumento dell'imposta Tari; di impegnare il sindaco a convocare l'assemblea dei sindaci del Civeta per una modifica statutaria che, recependo la normativa Monti, obblighi il consorzio a dotarsi di un cda con tre membri, di cui uno a nomina dei sindaci, mentre gli altri due dovranno essere scelti tra le figure apicali presenti nei Comuni consorziati, previo bando ed a costo zero per il bilancio del consorzio; a impegnare il sindaco e la Giunta a chiedere con forza alla Regione Abruzzo il superamento del commissariamento".

Ore 14.30 - In corso la conferenza dei capigruppo per verificare se è possibile trovare un accordo unanime sulla questione Civeta.

Ore 14.05 - Menna parla della situazione finanziaria del Civeta, confermando il debito da un milione e 43mila euro derivante dalla "cosiddetta sentenza Denieli", ma anche dalla " esternalizzazione di una discarica alla Cupello Ambiente, un contratto da un milione 200mila euro", inoltre "un aumento dei debiti discende dalla vicenda, risalente al 2008, della mancata autorizzazione regionale per una discarica del Civeta. I rifiuti venivano portati a Cerratina, con un debito pari a 6 milioni di euro".

Ore 13.45 - Si apre la discussione sul punto più importante: la situazione finanziaria del Civeta. Carinci (M5S) chiede che il sindaco introduca il dibattito relazionando sulla riunione del 13 febbraio del comitato dei sindaci. Menna prende la parola.

Ore 13.08 - Approvato a maggioranza anche lo stanziamento di somma urgenza dei fondi necessari ai lavori in via Alessandro III.

Ore 13.06 - Il sindaco, Francesco Menna: "Conto di portare, oggi o al massimo domani, il bilancio in Giunta. Entro la prima decade di marzo in Consiglio".

Ore 12.46 - Approvati gli stanziamenti di somma urgenza per pagare gli interventi eseguiti in occasione delle nevicate di gennaio e per la riparazione del tetto della Scuola "Martella".

Ore 11.30 - Acceso botta e risposta tra Laudazi sulla gestione dell'emergenza neve e sul relativo stanziamento di fondi di somma urgenza.

Alessandro D'Elisa: "Solo la prima settimana è andata bene. La seconda: un disastro".

Ore 10.51 - L'interrogazione di Marco Gallo e Dina Carinci (Movimento 5 Stelle) sulla Tari apre, di fatto, il dibattito sulla gestione dei rifiuti: a seguire, infatti, si discuterà dei debiti del Civeta, che costringeranno i Comuni ad aumentare la tassa.

Ore 10.40 - Rispondendo all'interrogazione di Suriani, il sindaco, Francesco Menna, spiega che c'è stato, in merito alle prestazioni per persone affette da autismo, un "aggiornamento della tariffa da 50 a 80 euro" e che inizialmente, "vista l'uscita della Regione dal commissariamento e l'entrata nel piano di rientro dal debito sanitario, il Ministero non consentiva di cambiare il budget aziendale. Il Cireneo, qualche giorno fa, in base a quanto emerso da un incontro in Regione, ha ottenuto l'aggiornamento del budget aziendale" e "l'erogazione, in questi giorni, di ulteriori 500mila euro".

Ore 10.35 - Interrogazione di Vincenzo Suriani (Fratelli d'Italia) sulla Fondazione Il Cireneo. "Dal momento in cui ho presentato l'interrogazione ci sono stati degli sviluppi. Chiedo al sindaco di relazionare in merito". Difficoltà economiche e conseguente ritardo nei pagamenti degli stipendi.

9.52 - Paola Cianci, assessore all'Ambiente: "Gli istituti di partecipazione cui lei ha fatto riferimento sono altra cosa rispetto ai Tavoli che abbiamo istituito, che hanno compiti consultivi e non deliberativi". 

9.41 - Nelle successive due interrogazioni, Laudazi contesta la legittimità dei Tavoli sull'ambiente e sul trasporto. "Buon senso sarebbe venire in Consiglio e farsi votare un regolamento". Sottolinea che i Tavoli non fanno parte degli istituti di partecipazione previsti dallo Statuto.

Ore 9.29 - Nella risposta, l'assessore ai Servizi sociali, Lina Marchesani, ricorda che il Comune ha speso, nel trasporto disabili, "140mila euro nel 2014, 149mila nel 2015 e 166mila nel 2016" e che il servizio è interrotto "per tutto il mese di agosto e i primi giorni di settembre", ma "in questi periodi resta attivo il taxi sociale".

Replica Laudazi: "Non ho chiesto di conoscere il funzionamento del servizio, ma se il Comune intendesse risolvere il problema". "Prendo atto dell'impegno dell'amministrazione", ma "non sono assolutamente soddisfatto della risposta".

Ore 9.25 - La prima interrogazione è di Edmondo Laudazi e riguarda "il servizio di strasporto dei disabili", che "non possono usufruire durante le festività e nei periodi di chiusura delle scuole". Il leader de Il Nuovo Faro chiede di "rivedere l'organizzazione dei trasporti perché sia garantito almeno nei giorni di chiusura ordinaria delle scuole" per assicurare "la continuità dell'accompagnamento".

Ore 9.22 - Forte apre la seduta e comunica che ci sono due assenti giustificati: "L'assessore Antonio Del Casale, fuori Vasto per motivi di lavoro, e il consigliere Francesco Prospero, colpito da un'influenza". 

Marco Marchesani (Filo Comune) chiede l'inversione dei punti all'ordine del giorno: anticipare la discussione delle interpellanze e posticipare quella sul Civeta. L'Aula approva.

L'impianto di compostaggio del CivetaLe questioni - Approda oggi in Consiglio comunale la vicenda Civeta. Il consorzio che gestisce nel Vastese lo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti è oberato di debiti (leggi l'inchiesta di Zonalocale.it).

A portare in Aula la questione sono sei con1siglieri d'opposizione: Vincenzo Suriani (Fratelli d’Italia), Alessandra Cappa (Unione per Vasto), Francesco Prospero (Progetto per Vasto), Edmondo Laudazi (Il nuovo faro), Alessandro d’Elisa (Gruppo misto) e Nicola del Prete (Vasto duemilasedici).

“Il Comune di Vasto – affermano i sei proponenti - è il socio di maggioranza relativa del consorzio Civeta, di cui detiene il 44,04% delle quote. Nonostante questo, negli anni passati, il
nostro Comune ha fortemente trascurato la gestione del Consorzio, che è stato commissariato – contro il parere del sindaco Magnacca e degli altri sindaci consorziati - dalla Regione Abruzzo. Di conseguenza dal 1° gennaio 2017 sono scattati ingenti aumenti della tariffa di conferimento rifiuti,
che porteranno a un aumento elevato della Tari (Tassa sui Rifiuti) per i cittadini di Vasto e degli
altri comuni consorziati. Chiediamo al Comune di Vasto – proseguono i sei esponenti della minoranza – di non far gravare questo sconsiderato aumento delle tariffe Civeta sulle tasche dei cittadini vastesi, facendo ricorso ad altri proventi per colmare la differenza, in primis a quelli derivanti dalla lotta all’evasione della tassa sui rifiuti stessa”.

L'ordine del giorno - Questi i punti all'ordine del giorno della seduta di oggi:

1) Lettura ed approvazione verbali seduta precedente del 30 gennaio 2017.

2) Richiesta di convocazione del Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 40 del Regolamento del C.C. e dell’articolo 54 dello Statuto Comunale sulla situazione del Consorzio Civeta.

3) Interrogazioni ed Interpellanze:

(Interrogazione presentata dal cons. Edmondo Laudazi sui servizi di trasporto per utenti diversamente abili)
(Interrogazione presentata dal cons. Edmondo Laudazi sul Tavolo per l’Ambiente)
(Interrogazione presentata dal cons. Edmondo Laudazi sul Tavolo di Concertazione Permanente del Trasporto)
(Interrogazione presentata dal cons. Edmondo Laudazi su ex carcere Via Aimone e sede corso laurea in Scienze infermieristiche)
(Interpellanza presentata dal cons. Vincenzo Suriani sulla Fondazione Il Cireneo per l’autismo ONLUS)
(Interpellanza presentata dal cons. Francesco Prospero sul Complesso Genova Rulli)
(Interpellanza presentata dal cons. Vincenzo Suriani su Via San Rocco)
(Interrogazione presentata dai cons. Dina Carinci e Marco Gallo sulla Tari)

4) Mozione su insediamenti produttivi della media distribuzione.

Guarda il video

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti


Video - M5S: "No all'aumento della Tari"

Servizio di Michele D'Annunzio - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina

Consiglio comunale del 22 febbraio 2017, intervista alla consigliera del M5S, Dina Carinci 



 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi