Lo zio di Jessica: "Rigopiano, chi è responsabile paghi" - Valanga di Farindola, si costituisce il comitato dei parenti delle vittime
 
Vasto   Cronaca 21/02

Lo zio di Jessica: "Rigopiano,
chi è responsabile paghi"

Valanga di Farindola, si costituisce il comitato dei parenti delle vittime

A sinistra della giornalista Mario Tinari, papà di Jessica. A destra Antonio Tinari"Vogliamo che vengano accertate le cause e le responsabilità e chi di dovere paghi", dice Antonio Tinari, zio di Jessica, la vittima vastese della valanga che, il 18 gennaio scorso, ha travolto l'Hotel Rigopiano di Farindola. 

Jessica Tinari, 24 anni, e il suo ragazzo, Marco Tanda, 25, e altre 27 persone non ce l'hanno fatta: hanno perso la vita sotto la coltre di neve, detriti, alberi e macerie provocati da una slavina pesante 120mila tonnellate, pari a 4mila tir a pieno carico. 

A un mese dal disastro, si costituisce il comitato dei parenti delle vittime di Rigopiano. Nel loro cuore rimane un senso di vuoto per la perdita dei propri cari: "La mancanza si avverte e anche un sentimento di rabbia per quello che è accaduto", racconta Antonio Tinari. "Sono cose che non dovrebbero accadere. Noi siamo uniti e stiamo costituendo un comitato, perché non vogliamo finire nel dimenticatoio. Sicuramente il nostro obiettivo è tenere alta l'attenzione, che cala sempre di più e questo non va bene. Non vogliamo questo. Vogliamo che vengano accertate le cause e le responsabilità e chi di dovere paghi"

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi