"Non è assoluzione piena, si può proporre azione civile" - Violenza sessuale, dopo la sentenza parla il padre della ragazza
 
 
 

Vasto   Cronaca 14/02

"Non è assoluzione piena,
si può proporre azione civile"

Violenza sessuale, dopo la sentenza parla il padre della ragazza

"Pur avendo rispetto della sentenza emessa, solo per amore di verità e per il rispetto che la mia bambina credo meriti" va sottolineato "che G.N. è stato assolto solo per l’insufficienza della prova".

Lo rimarca C.G., padre della ragazza che, nel 2013, denunciò di essere stata vittima di violenza sessuale. Un professionista vastese fu arrestato e poi assolto in primo e, ieri, anche in secondo grado.

Il padre della giovane precisa che "l’assoluzione non è di ostacolo alla riproposizione, in sede civile, dell’azione, ben potendo il giudice civile procedere in modo autonomo alla rivalutazione del fatto e del materiale probatorio", visto che si tratta di "una assoluzione che piena non è".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi