Gennaro Luciano congela la propria candidatura a sindaco di San Salvo - "Non deve essere intesa come un paletto"
 
San Salvo   Politica 06/02

Gennaro Luciano congela la propria
candidatura a sindaco di San Salvo

"Non deve essere intesa come un paletto"

Gennaro Luciano e Silvio PaolucciGennaro Luciano, segretario del Partito Democratico di San Salvo, è pronto a congelare la propria candidatura a sindaco in attesa che l'unione del centrosinistra si concretizzi. 
In una lettera aperta – inviata ai rappresentanti di Centristi per Abruzzo (Fabio Travaglini), Partito Socialista Italiano (Costantino Santini), San Salvo Democratica (Angelo Angelucci, Domenico Di Stefano, Gabriele Marchese), Sinistra Italiana (Valfrido Adorante, Marisa D'Alfonso) e per conoscenza ai segretari Pd regionali e provinciali – Luciano sottolinea come la sua candidatura non sia stata letta in modo corretto: "Non deve essere letta come un paletto".

La candidatura del segretario Pd era stata annunciata il 27 gennaio [LEGGI] nel corso di un evento politico disertato dalle altre forze del cenrosinistra (a esclusione di SI). Gabriele Marchese (Ssd) aveva poi accusato il Partito Democratico di aver imposto un paletto [LEGGI]. 

LA LETTERA APERTA  

L’obiettivo che con ferma convinzione persegue il Partito Democratico è la costruzione di un nuovo centrosinistra in grado di tornare al governo della nostra Città. Bisognerà innanzitutto affrontare una drammatica questione sociale che, da una parte, produce sofferenza alle persone e, dall’altra, incide negativamente sull’esigenza di rilanciare lo sviluppo per creare nuova e buona occupazione.  

Solo un governo di centrosinistra può mettere in atto un nuovo sistema di protezione sociale a vantaggio dei cittadini più deboli della nostra comunità, per questo il Partito Democratico negli ultimi anni si è prodigato per cercare di costruire con tutti gli interlocutori un percorso virtuoso senza pregiudizi, basato sul rispetto reciproco, sulla pari dignità, senza alcun preconcetto.

Con la stessa convinzione tutto il Partito Democratico di San Salvo ha messo a disposizione della ipotetica coalizione di centrosinistra e di tutta la parte alternativa all'attuale governo della città la mia candidatura.
Ho avvertito in questi giorni che essa, espressione del Partito Democratico, è stata intesa in maniera non corretta, non costruttiva, come una fuga in avanti, ma non è così. Ci tengo a precisare che l'unico scopo per il quale da anni io sto lavorando, insieme a tutto il mio partito, è quello di costruire una alternativa forte e credibile a Tiziana Magnacca ed alla sua maggioranza. 

Pertanto se può essere utile all’attuale fase del confronto tra tutte le forze che si riconoscono nel centrosinistra, io pongo la mia candidatura in disparte. Essa non può e non deve essere intesa come un paletto alla costruzione di questo nuovo centro sinistra, per cui può essere anche congelata in attesa di individuare insieme il metodo del confronto, porre le basi e definire il programma di governo e comunicare alla Città ed all’elettorato di centro sinistra che tutti noi siamo pronti per offrire una nuova prospettiva politico-amministrativa a San Salvo. 

Il Partito Democratico chiede di passare rapidamente dagli incontri bilaterali o trilaterali al tavolo collegiale del centro sinistra. Un tavolo aperto a tutte le forze politiche, ai movimenti ed al civismo sansalvese purché accomunati dall’obiettivo di offrire una amministrazione alternativa alla destra. 

Dopo aver svolto questi compiti, mi auguro che tutti gli attori del centrosinistra mettano a disposizione una proposta di candidatura a Sindaco e sono certo che la coalizione saprà, con lealtà, con trasparenza e con rispetto reciproco individuare la persona che meglio possa rappresentare noi e soprattutto i nostri elettori.

Con stima.

Gennaro Luciano
Segretario Partito Democratico

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi