Il "Mattioli" di San Salvo contro la dispersione scolastica - Presente ieri le delegazioni del progetto Erasmus
 
 
 

Il "Mattioli" di San Salvo contro
la dispersione scolastica

Presente ieri le delegazioni del progetto Erasmus

Le molteplici attività dell’Istituto Mattioli di San Salvo sono state argomento di discussione ieri mattina nell’aula consiliare nel corso di una conferenza stampa alla presenza del sindaco Tiziana Magnacca, degli assessori alla Cultura Giovanni Artese e alle Politiche scolastiche Maria Travaglini e della dirigente scolastica Sara Solipaca

In particolare sono stati illustrati la serie di iniziative di scambi europei, il nuovo percorso formativo e i tre indirizzi alternanza scuola-lavoro.
Era presente una delegazione di docenti europei – Bernart Guinovart Algemesi (Spagna), Epralima Arcos de Valaevez (Portogallo) e Dumitri Motoc Galati (Romania) – ospite del Mattioli nell’ambito di un Progetto di partenariato Erasmus contro la dispersione scolastica e l'abbandono precoce (di cui vanno individuate metodologie e pratiche d'intervento). 

La dirigente Solipaca ha presentato il brillante risultato conseguito dal Mattioli nel campo delle attività di Alternanza Scuola-Lavoro, settore nel quale l’istituto di San Salvo vanta una lunga tradizione legata ai tradizionali rapporti sinergici con le aziende e le imprese del territorio a forte vocazione industriale di Piana Sant'Angelo e della valle del Trigno. E' di alcuni giorni fa la notizia che il progetto del polo tecnico-professionale-liceale "Mattioli" di San Salvo, dal titolo "Dall'aula all'azienda. Verso il sistema duale" si è classificato primo nella graduatoria del bando regionale "Diffusione di pratiche virtuose e di eccellenza di Alternanza Scuola-lavoro”.

Il progetto prevede il coinvolgimento di ben 100 studenti del Mattioli di San Salvo in attività di alternanza scuola-lavoro non solo presso le maggiori realtà industriali internazionali quali la Nsg Pilkington, la TE Connectivity e la Denso, ma anche presso altre aziende del territorio che tradizionalmente ospitano gli alunni in stage. I percorsi saranno accompagnati da moduli di preparazione su tematiche fondamentali generali come la sicurezza e su tematiche caratterizzanti i singoli indirizzi scolastici; il progetto prevede altresì un formazione parallela per i docenti tutor. Il successo del progetto conferma la possibilità di una via italiana verso il sistema duale di alternanza tra istruzione, formazione e lavoro nelle imprese, al fine di raccordare i curricula scolastici con le richieste di competenze delle imprese, aumentare l'occupabilità dei giovani e abbreviare i tempi di inserimento nel mondo del lavoro.

Infine è stato presentato il potenziamento dell’offerta scolastica con il Beca (Beni Culturali e Ambientali), un nuovo percorso formativo che integra quello curriculare, approfondendone gli aspetti scientifico-tecnologici, storico-artistici e di promozione turistica per competenze che porteranno gli studenti a essere esperti del territorio. 

"Il Mattioli si conferma scuola di eccellenza – ha affermato il sindaco Tiziana Magnacca – con la sua ampia offerta formativa, che si arricchisce di ulteriori contenuti culturali, e impegnata con l’alternanza scuola-lavoro per accorciare i tempi dell’incontro tra le aziende e la scuola con maggiori e più ampie competenze. Sono felice per la capacità di partnership della nostra scuola convinti come siamo che l’incontro tra i giovani possa favorire lo spirito di conoscenza e rinsaldare i vincoli europei". 

Guarda le foto

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi