"Asili nido, da febbraio tariffe più leggere e orari prolungati" - La decisione del Comune di San Salvo
 

"Asili nido, da febbraio tariffe
più leggere e orari prolungati"

La decisione del Comune di San Salvo

Foto di archivioRiduzione delle tariffe mensili e prolungamento dell’orario di chiusura degli asili nido e sezioni primavera del Comune di San Salvo. Lo ha deciso la giunta comunale con decorrenza dal prossimo 1° febbraio. "È riservato ai bambini da tre mesi a tre anni – ha affermato il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca – con riduzione delle rette che favoriranno le famiglie e in particolare quelle mamme che lavorano ed avranno l’opportunità di mantenere con più tranquillità e per una maggiore durata i bambini in strutture adeguate e funzionali". 

"Gli asilo nido e la sezione primavera – recita un comunicato stampa del Comune – sono aperti dal lunedì al venerdi dalle 7.15 alle ore 14.30 o dalle 7.15 alle 18.15, e il sabato solo su richiesta dalle 7.15 alle ore 12.45. Oltre al prolungamento dell’orario di apertura c’è stata una riduzione della tariffa base mensile e di quella giornaliera calcolata sulle presenze effettive dei bambini.
L’assessore alle Politiche sociali Maria Travaglini evidenzia che si passa dai 110,00 euro mensili per la tariffa base antimeridiana a 100,00 e dai 130,00 per il tempo pieno a 100,00 euro, mentre per l’aggiunta della giornata del sabato il supplemento resta a soli 10,00 euro. Per le effettive presenze chi utilizza il servizio dal lunedì al venerdì dalle 7.15 alle 14.30 pagherà 1,50, la metà rispetto alla vecchia tariffa che era di 3,00 euro al giorno. Per chi utilizza il tempo pieno si passa da 3,50 a 3,00, mentre per chi sceglierà di utilizzare anche il sabato c’è un abbattimento del 50 per cento del costo rispetto alle vecchie rette. Altre agevolazioni sono riservate ai residenti con un’ulteriore riduzione del 30 per cento della sola tariffa base per le famiglie con reddito Isee inferiore a 3.500,00 euro, mentre per le famiglie con più bambini ci sarà una riduzione del 15 per cento della tariffa base dal secondo figlio e per i successivi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi