Riforma costituzionale, Castaldi al Quirinale da Mattarella - I due capigruppo del M5S: "Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni"
 
Vasto   Politica 21/10/2015

Riforma costituzionale, Castaldi
al Quirinale da Mattarella

I due capigruppo del M5S: "Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni"

Castaldi e Sorial all'uscita dal QuirinaleGianluca Castaldi, capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, insieme al collega capogruppo alla Camera, Giorgio Sorial, ha incontrato oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per esporre le considerazioni dei pentastellati in merito al testo di riforma costituzionale in esame in Parlamento. "Al presidente Mattarella - commenta il senatore vastese - abbiamo espresso la nostra preoccupazione che è quella dei 9 milioni di cittadini italiani che si sentono rappresentati dal M5S. Al Capo dello Stato, Garante supremo della Carta costituzionale, abbiamo chiesto di prendere in considerazione la possibilità di rinviare alle Camere il disegno di legge costituzionale, una volta approvato definitivamente". Il capo dello Stato "ci ha assicurato che quando il testo della riforma arriverà sulla sua scrivania, controllerà che i valori supremi della Costituzione siano rispettati", aggiunge Castaldi.

I due esponenti del Movimento 5 Stelle hanno contestato il metodo della riforma "perchè le forze di opposizioni non sono state ascoltate", ed i suoi contenuti, "perchè questo testo - così com'è stato concepito - stravolge i principi supremi della convivenza civile e mina le basi della nostra democrazia rappresentativa". Al centro dell'attenzione anche il "servizio di informazione pubblico radiotelevisivo che, soprattutto dopo la riforma della Rai, sarà totalmente nelle mani del governo, e quindi addio pluralismo e libera informazione. Con Mattarella abbiamo parlato anche di questo e ci fa ben sperare il fatto il fatto che anche lui abbia a cuore la libertà di informazione, considerata un valore cardine della vita del Paese".

Al presidente della Repubblica è stata manifestata anche "l'esigenza di una manovra economica che rilanci l'occupazione. Crediamo che la Legge di Stabilità appena varata dal Consiglio dei Ministri - di cui però nessuno conosce il testo, nemmeno lo stesso Presidente della Repubblica - non vada in questa direzione e che diverse disposizioni potrebbero risultare del tutto prive di coperture finanziarie. L'unica vera manovra economica in grado di rilanciare i consumi e l'occupazione è la proposta di legge sul reddito di cittadinanza, attualmente in esame al Senato". 

All'uscita dal Quirinale Castaldi e Sorial hanno voluto esprimere il ringraziamento a Mattarella "non solo per l'attenzione prestata alle nostre istanze, ma anche per aver riconosciuto e apprezzato il grande impegno e la qualità del lavoro dei parlamentari M5S nelle Commissioni di Camera e Senato. Un lavoro che continueremo a portare avanti per i cittadini italiani".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi